Irlanda, il mistero della spiaggia riemersa

Una spiaggia vicina al piccolo villaggio di Dooagh, sull’isola di Achill, fu spazzata via 33 anni fa. Ora è riemersa come per magia

Una spiaggia vicina al piccolo villaggio di Dooagh, sull’isola di Achill, in Irlanda, fu spazzata via 33 anni fa da alcune violente tempeste che lasciarono, al posto della sabbia dorata, solo una serie di pozze fra le rocce.

Nel mese di aprile 2017, gli abitanti del luogo si sono svegliati una mattina e sono stati sorpresi nello scoprire che l’Oceano Atlantico aveva misteriosamente restituito tonnellate di sabbia, facendo riemergere così la spiaggia.

Lo straordinario fenomeno è stato attribuito alle alte maree primaverili, ma la buona sorte dell’isola ha catalizzato l’attenzione della stampa internazionale che ha spinto molti turisti curiosi a venire ad ammirare il fenomeno della spiaggia riemersa.

Per il momento gli abitanti dell’isola di Achill si stanno godendo la loro celebre spiaggia, ma la speranza per il futuro è di poterla vedere fregiarsi della Bandiera Blu.

Situata al largo della costa della Contea di Mayo, Achill è semplicemente una delle località più belle e spettacolari d’Irlanda. Le spiagge incontaminate dell’isola sono ideali per praticare surf, kayak nel mare e per le immersioni subacquee.

Ma l’isola è anche adatta ad attività come il rock-climbing, la vela, l’equitazione e il golf, così come alle passeggiate alla bicicletta lungo i 42 km della Great Western Greenway, un percorso off-road sul tracciato di una vecchia linea ferroviaria.

Da sempre Achill è stata anche fonte di ispirazione di scrittori e artisti. Il premio Nobel Heinrich Boll, lo scrittore Graham Green e il famoso paesaggista irlandese Paul Henry sono fra coloro che hanno fatto dell’isola il loro santuario artistico.

Irlanda, il mistero della spiaggia riemersa