India, Malesia e Russia sono i Paesi dove i voli costano meno

L'Italia in fondo alla classifica: volare all'estero è più conveniente

Quali sono i Paesi dove i voli costano meno? India, Malesia e Russia. L’agenzia di viaggi online Kiwi ha stilato l’Aviation Price Index, la classifica dei 75 Paesi al mondo in cui i voli sono più economici, misurando la tariffa media per 100 chilometri volati.

In India, il Paese dove volare costa meno al mondo, il prezzo medio per 100 km di volo è di 2,04 euro per le tratte interne con le compagnie low cost (3,18 per le tratte internazionali) e 2,40 euro ogni 100 km con le compagnie di bandiera (4,05 per i voli internazionali).
Al secondo posto si piazza la Malesia, con una media di 3,40 euro, e al terzo la Russia con 5,29 euro.
Il primo Paese europeo, il Portogallo, compare al 4° posto. Qui i voli interni costano 3,63 con i voli low cost e 13,09 con la compagnia di bandiera, mentre i voli internazionali rispettivamente 2,52 e 4,86.
Al 5° posto troviamo l’Indonesia (6,14 euro in media), al 6° l’Azerbaijan (6,23), al 7° il Sudafrica (6,59), all’8° l’Algeria (6,89), seguita dalle Filippine al 9° (6,97) e dalla Svezia che chiude la top 10 (7,25 euro ogni 100 km).

Per trovare l’Italia dobbiamo scorrere fino alla 26° posizione, con un costo medio di 11,09 euro ogni 100 chilometri.  In conclusione, volare all’estero è più economico che nel nostro Paese.
I voli più cari sono negli Emirati Arabi Uniti, con 94,91 euro spesi ogni 100 chilometri, la Finlandia, dove la media è di 45,77 euro, il Qatar (45,23), e i Paesi Bassi (38,03). Hanno prezzi alti per i voli anche il Giappone (37,25), il Canada (34,76) e il Belgio (34,19).

India, Malesia e Russia sono i Paesi dove i voli costano meno