I 5 capolavori d’Italia più belli ma meno conosciuti

Dalla Cappella degli Scrovegni a Padova al 'cielo' del Duomo di Siena, ecco le opere d'arte imperdibili del Belpaese

L’Italia è il Paese con il maggior numero di Patrimoni dell’Unesco. E’ anche un concentrato di luoghi d’arte unico al mondo. I turisti che vengono ogni anno nel nostro Paese non restano molti giorni e visitano sempre più o meno gli stessi posti: Colosseo a Roma, Uffizi a Firenze, ma anche Venezia e Napoli.

Ci sono luoghi, invece, meno conosciuti e meno frequentati, non soltanto dagli stranieri ma anche dagli stessi italiani.

1. Pensate per esempio a Padova. Vi verrebbe mai in mente di organizzare una gita nella cittadina veneta? Eppure dovete farlo, anche solo per andare a visitare la Cappella degli Scrovegni con gli affreschi di Giotto.

2. Se visitate Siena, un classico è sedersi sui gradini della Piazza del Campo in cui si svolge il famoso Palio. Invece dovete entrare nel Duomo e salire al ‘cielo’, una serie di locali mai visitati dal pubblico, da cui ammirare suggestive viste panoramiche dentro e fuori dalla cattedrale.

3. Se andate a Firenze, non perdetevi una chicca, il museo della Torre della Pagliazza, l’edificio più antico della città eretto dai bizantini e che ospita un hotel di lusso, il Brunelleschi. Al suo interno si trovano anche i resti delle terme romane con tanto di calidarium e piscine.

4. I turisti che visitano Roma puntano prima di tutto il Colosseo, poi i Musei Vaticani, la Fontana di Trevi e i soliti – si fa per dire – luoghi turistici. Ma pochi sono coloro che visitano Piazza del Campidoglio, una piazza realizzata da Michelangelo dove un tempo pascolavano le capre.

5. Faceva parte del cosiddetto Grand Tour, l’itinerario classico seguito dai giovani dell’800, ma non sempre i turisti ora visitano Pompei, l’antica città romana vicino a Napoli, distrutta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Nel 1997, l’Unesco l’ha dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità

I 5 capolavori d’Italia più belli ma meno conosciuti