Gratis a Sharm, la proposta shock per convincere i turisti a tornare

Per rilanciare il turismo italiano sul Mar Rosso, c’è chi ha pensato di regalare una vacanza con l'iniziativa ‘Sharm is back’

Per rilanciare il turismo italiano sul Mar Rosso, in fortissima crisi, c’è chi ha pensato di regalare vacanze a chi è disposto ad andarci. A Sharm el-Sheikh ogni anno, infatti, arrivavano quasi mezzo milione di turisti italiani, flusso oggi sceso a solo 11.000 presenze.

Ernesto Preatoni, proprietario di uno dei principali resort di Sharm, il Domina Coral Bay Resort, e, secondo le autorità egiziane ‘l’inventore di Sharm El-Sheikh’, ha intrapreso un’eclatante iniziativa.

Dopo i primi collegamenti di ottobre e di novembre 2016 operati dalla compagnia aerea Meridiana, Preatoni metterà a disposizione altri voli diretti per raggiungere la destinazione operati da AirCairo. I voli partiranno a marzo 2017. L’offerta è rivolta ai Soci Domina.

Nel periodo di Natale e Capodanno, il Coral Bay ha ospitato un totale di circa 3mila persone, quasi tutti italiani. La percentuale di riempimento è stata di circa il 60 per cento.

L’idea è quella di offrire alcuni voli dall’Italia portando, a sue spese, i turisti a trascorrere un periodo di vacanza nella rinomata località di vacanza.

I voli si sono riempiti in men che non si dica. Oltre alle sei città iniziali di Milano, Napoli, Bari, Pisa, Catania e Palermo, l’operazione ‘Sharm is back’ ha toccato anche Ancona, Treviso e Roma.

“Il nostro obiettivo non è quello di indirizzare su Sharm solo i turisti regolari, ma anche di attirare sulla destinazione i ricchi”, ha spiegato Preatoni al Daily News Egypt, aggiungendo che “l’iniziativa ha lo scopo di invitare ricchi italiani che sono noti per il loro amore per i viaggi”.

L’iniziativa, considerata un’ancora di salvezza per il turismo egiziano, è stata accolta molto positivamente dal governo egiziano che è molto legato all’inventore del turismo sul Mar Rosso.

Gratis a Sharm, la proposta shock per convincere i turisti a torn...