Dove si può visitare una centrale nucleare in Italia

Due giorni all'anno si possono visitare alcuni impianti nucleari italiani. Le date del 2017

Due giorni all’anno la Sogin, Società gestione impianti nucleari, proprietaria di alcuni impianti nucleari italiani, apre le porte dei propri siti visitatori.

Le date dell’Open Gate – questo il nome dell’evento – del 2017 sono il weekend del 6 e 7 maggio. Oltre 3mila visitatori saranno ammessi all’interno delle strutture visitabili ovvero l’impianto Eurex di Saluggia (VC) e le centrali di Trino (VC), Caorso (PC), Latina e Garigliano (CE).

Gli impianti nucleari sono quelli in fase di smantellamento. L’obiettivo è di far conoscere le modalità con cui l’azienda sta portando avanti i lavori per il loro decommissioning e le attività di gestione dei rifiuti radioattivi.
Si tratta di un’occasione unica per visitare, per la prima volta, l’impianto Eurex di Saluggia e le altre centrali nucleari italiane.

Nelle due giornate sono previsti per i siti di Saluggia, Trino, Caorso e Garigliano due differenti percorsi: “zona controllata” e “zona non controllata”. Per Latina, invece, è previsto un unico percorso “zona non controllata”.

La “zona controllata” all’interno di un impianto nucleare è un ambiente di lavoro delimitato il cui accesso, per motivi di protezione dalle radiazioni ionizzanti, è segnalato e regolamentato da specifiche procedure ed è vietato ai minori, a differenza della “zona non controllata”, alla quale è possibile accedere dai 6 anni in su, purché ci sia un accompagnatore.

Per entrambi i percorsi la visita dura circa due ore, ma è necessario presentarsi con un’ora di anticipo rispetto all’orario prescelto per espletare le verifiche di accesso. È possibile visitare un solo impianto e partecipare a uno solo dei due percorsi previsti. La partecipazione è gratuita.

Dove si può visitare una centrale nucleare in Italia