Nel cimitero di Londra è sotterrato un vero vampiro

Tanti gli avvistamenti di figure oscure e spettrali, dal volto pallido e sospese a mezz'aria

A Londra, nel quartiere di Highgate, si trova un cimitero di grande suggestione e di grande impatto visivo, data la ricca presenza di monumenti, statue, tombe e altari dedicati a tanti nomi illustri. È iscritto nel Registro dei Parchi e Giardini tutelati dall’English Heritage. Ma al suo interno c’è qualcosa di misterioso. Qui sono state ambientate storie, film e leggende che raccontano di grandi tragedie. E non è un caso.

Il cimitero di Highgate è stato aperto nel 1839, come parte di un piano di costruzione di sette grandi e moderni cimiteri, denominati “i magnifici sette”, fuori dal centro abitato. I suoi edifici in puro stile gotico furono i luoghi di sepoltura delle grandi famiglie aristocratiche dell’epoca vittoriana. La parte più recente del cimitero risale al 1854 e ha l’aspetto di un normale cimitero. Su questi luoghi si raccontano storie legate al leggendario vampiro di Highgate, un ‘nonmorto’ che affliggeva vivi e morti.

Tutto risale alla morte di una donna, Elizabeth Siddal, moglie del pittore Dante Gabriel Rossetti, uno dei fondatori del movimento artistico dei Preraffaelliti. La donna venne sepolta nel 1862 proprio nella sinistra ala del cimitero. A distanza di sette anni, la salma venne riesumata e trovata perfettamente integra. Capelli inclusi. In pochissimo tempo si diffuse così l’idea che il cimitero fosse la dimora di un vampiro. Dell’episodio parlarono solo i giornali locali, mentre i quotidiani nazionali non presero sul serio la vicenda fino a quando, pochi anni dopo, non si verificarono delle strane aggressioni.

Un primo episodio avvenne nella strada che conduce all’ingresso Ovest di Highgate, delimitata dalla Swain’s Lane: una ragazza stava rientrando a casa quando all’improvviso fu gettata a terra da un individuo alto, dal viso mortalmente pallido. A distanza di alcuni mesi, un contabile londinese, mentre passeggiava nel parco adiacente al cimitero, vide a pochi metri da sé una figura oscura, alta e spettrale, sospesa a mezz’aria. E di storie simili ne seguirono parecchie.

Oggi il cimitero di Highgate è ancora sede di pellegrinaggio per tutti coloro che credono in questa cupa storia. Qui riposano anche Karl Marx, la cui tomba si trova nella parte Est, lo scrittore George Eliot, il fisico Michael Faraday e il filosofo Herbert Spencer.

Nel cimitero di Londra è sotterrato un vero vampiro