Capodanno cinese, inizia l’anno del serpente

Secondo il calendario lunare cinese, il drago lascia il posto al serpente, un segno di saggezza. In Cina e in tutto il mondo arriva il nuovo anno

Con il passaggio dall’anno del Drago all’anno del Serpente prendono il via i festeggiamenti per il Capodanno cinese, che viene celebrato non soltanto in Cina, ma in tutto l’Estremo Orientenel resto del mondo, dove vivono grosse comunità di cinesi.

La festa più importante dell’anno
In Cina è la festa più importante. Come il nostro Capodanno, anche quello cinese segna il passaggio dall’anno vecchio all’anno nuovo. La differenza però è che non si celebra sempre lo stesso giorno. Infatti, il calcolo del giorno in cui cade l’inizio dell’anno successivo si basa sul calendario lunare, che coincide con la prima luna dell’anno e che può variare anche di 29 giorni. Quindi varia tra il 21 gennaio e il 19 febbraio del calendario gregoriano. A partire da questa data, le festività durano 15 giorni, concludendosi con la tradizionale festa delle lanterne.

Il calendario cinese
A ogni anno del calendario cinese è associato un animale dello zodiaco, secondo l’oroscopo cinese, appunto, a cui, proprio come per i segni del nostro zodiaco, sono collegati tratti caratteriali che dovrebbero appartenere alle persone nate in quell’anno. Il serpente, per esempio, rappresenta la saggezza.

Come si festeggia
La festa vera e propria inizia dalla sera della vigilia, in cui si consuma un banchetto in famiglia, e termina la sera del quindicesimo giorno. Generalmente, durante questo periodo si tende a stare in famiglia, con visite ai parenti e agli amici più prossimi. Si cerca di vestire il più possibile di rosso, colore propiziatorio e tradizionale, e di adornare le case e le strade con oggetti e ninnoli caratteristici. Sebbene i rituali possano variare da regione a regione, i principali appuntamenti da osservare giorno per giorno durante questo periodo sono uguali per tutti.

Il capodanno cinese giorno per giorno
1° giorno –
 è dedicato all’accoglienza e al benvenuto delle divinità benigne del Cielo e della Terra;
2° giorno – le donne sposate sono solite fare visita ai loro genitori. Inoltre è dedicato al culto dei defunti;
3° e 4° giorno – si trascorrono a casa, astenendosi dal fare visita o dall’incontrare parenti e amici;
5° giorno –  è la data di nascita del Dio cinese del denaro e della ricchezza. Di solito si consuma lo Jiaozi, un particolare tipo di raviolo;
7° giorno – si celebra la ricorrenza del renri, il giorno della creazione dell’uomo;
9° giorno – è dedicato al culto dell’Imperatore di Giada;
15° giorno – è il giorno del Yuánxiâo jié, che conclude le festività. La ricorrenza principale è la festa delle lanterne, durante la quale le famiglie escono per le strade con in mano lanterne accese e colorate. Fuori dalle case si accendono candele, per guidare gli spiriti beneauguranti alle abitazioni. Il piatto tipico di questa occasione è il Tangyuan, un dolce di riso.

Capodanno cinese, inizia l’anno del serpente