Bleisure: un po’ business, un po’ leisure. La nuova tendenza dei viaggi    

Viaggiare per affari non significa non prendersi del tempo per visitare i luoghi e regalarsi attimi di relax personale

Emergono nuove tendenze che vedono tra i viaggiatori il crescente abbinamento tra soggiorni d’affari e di divertimento personale. I viaggiatori d’affari pensano sempre più al viaggio di lavoro in modo diverso.

Nasce così il “bleisure”, un trend che richiede una diversa sensibilità alle esigenze del viaggiatore d’affari che oggi desidera cogliere l’opportunità offerta da una trasferta di lavoro per trascorrere tempo con la famiglia, per coccolarsi o per coltivare i propri interessi personali.

Il fenomeno, nato negli Stati Uniti, si sta diffondendo sempre più in Italia e si è allargato anche alle alte fasce di manager-viaggiatori. Ecco allora che il nuovo bleisure-traveller arriva in giacca e cravatta, ma porta con sé consorte e passeggino al seguito.

Secondo il rapporto BridgeStreet Global Hospitality, il 60 per cento dei viaggiatori nell’ultimo anno ha unito lavoro e divertimento durante un viaggio d’affari e il 30 per cento ha aggiunto due giorni di vacanza a una trasferta di lavoro.

Chi l’ha fatto sostiene che ciò aiuta a lavorare meglio, è considerato un metodo anti stress e rilassa maggiormente quando si è costretti a stare lontani da casa. Il 55 per cento di questi viaggiatori ammette di volere spesso portare con sé anche la propria famiglia.

La tendenza è più in voga tra gli under 35 che, statisticamente, hanno meno vincoli, soprattutto familiari, e più capacità di adattamento. La media annuale di viaggi di questi nuovi girovaghi secondo i dati dell’Ansa è di circa 4,9 trasferte l’anno e, avendo gran parte del viaggio pagato dall’azienda, sono più disposti a spendere in extra di chi viaggia per vacanza e basta.

Una maggiore attenzione al proprio benessere, la necessità di trascorrere più tempo con la propria famiglia, l’esigenza di trovare momenti di svago durante la trasferta stanno dunque modificando i comportamenti dei viaggiatori d’affari e influenzando anche la scelta degli hotel (non più in periferia ma in pieno centro), dei servizi (hotel con spa e tour inclusi), dei mezzi di trasporto.
Sempre meno business, sempre più bleisure insomma.

Bleisure: un po’ business, un po’ leisure. La nuova tenden...