Bit 2008: borsa internazionale del turismo

Dal 21 al 24 febbraio alla fiera di Rho Milano si svolge la fiera più importante d'Italia dedicata ai viaggi

Dal 21 al 24 febbraio alla fiera di Milano Rho si tiene la 28esima edizione della BIT, la borsa internazionale del turismo. Una manifestazione che attira visitatori da tutta Italia ed espositori da tutto il mondo. Lo scorso anno si sono contate 150mila visite nei quattro giorni di fiera e ci si aspetta un incremento del 25% quest’anno. Presenti oltre 5mila espositori che rappresenteranno 142 Paesi. Si contano almeno 70 eventi durante i quattro giorni per intrattenere gli ospiti, informati in tempo reale attraverso i telefonini Bluetooth, che ricevono dettagli sul programma e gli orari degli incontri. Sfilate di miss regionali (tra cui Silvia BattistiMiss Italia) e testimonial d’eccezione, degustazioni enogastronomiche e balli tipici sia negli stand italiani (padiglioni 9 e 11) sia in quelli stranieri (pad. 22). Non mancano artigianato e arte, come la statua del Canova che primeggia nello stand del Veneto, in occasione dell’apertura della mostra a Palazzo Reale. Secondo la stampa straniera, il 2008 sarà l’anno del turismo italiano. E il primo annuncio importante arriva proprio dal Belpaese: nasce il progetto Costiera, che unirà le iniziative future della costiera amalfitana a Sorrento, perché la costa, alla fine, è tutt’una.  importante Le novità dell’edizione 2008 sono molte, a partire dai nuovi Paesi che quest’anno hanno deciso di venire a proporre la loro offerta turistica. Dal Belgio, con una proposta di turismo nelle Fiandre, ad Abu Dhabi, che offre ricchezza e modernità ai visitatori, dalla Bielorussia, che apre gli orizzonti delle affascinanti pianure degli zar, ad Haiti, la metà più trascurata dell’isola di Hispaniola che confina con la frequentatissima Repubblica Dominicana, dal Nicaragua, con la sua impronta coloniale, alla Repubblica Democratica del Congo e Togo dell’Africa meno conosciuta, dal Bhutan con i suoi monasteri buddisti ai piedi dell’Himalaya al Mali, famoso per le fantasmagoriche architetture delle antiche città di Bamako e Timbuctu. Giappone e Bermuda tornano con le loro nuove proposte dopo alcuni anni di assenza. E, infine, sarà presente il Parlamento europeo, per contribuire a creare nei viaggiatori una sempre maggiore consapevolezza dell’Europa e delle attività di Parlamento e Commissione europea.

Quest’anno, inoltre, grazie a un’iniziativa del Comune di Milano, la Bit dedica un’attenzione particolare ai Paesi impegnati nel turismo equo e responsabile: dall’Europa, con Andorra, all’Asia, con la Cambogia, fino alle africane ComoreMauritania, Niger, Swaziland, ai Paesi del Pacifico, come le Fiji, Isole Marshall, Kiribati, Nauru, Palau, Samoa, Salomone, Tonga, Tuvalu, Vanuatu e gli immancabili Carabi, tra cui Belize, Dominica, Grenada, Guyana, St. Lucia, St. Kitts and Nevis, St. Vincent & Grenadines, Suriname, Trinidad & Tobago. Tanti anche gli eventi che si svolgono nelle quattro giornate. Durante la manifestazione si terrà una mostra dedicata all’Unicef durante la quale saranno esposte alcune bambole Pigotte (dal lombardo, ‘bambola di pezza’) realizzate ad hoc, ognuna sarà vestita con gli abiti tipici delle regioni italiane. E chi vorrà portare con sé un ricordo indelebile della visita alla Bit, oltre alle borse piene zeppe di cataloghi e gadget, potrà acquistare una Pigotta e il ricavato sarà devoluto all’Unicef. Si terrà anche il Certicibit, un evento nell’evento, dedicato al turismo delle buone abitudini alimentari e delle produzioni di qualità che ha lo scopo di guidare il turista alla scelta dei prodotti genuini del Belpaese. Dato il grande successo delle scorse edizioni, si svolgerà ancora il Bit Tourism Award 2008, il riconoscimento che punta a valorizzare le eccellenze del sistema turistico italiano. E infine, Buyitaly, un incontro dedicato ai buyer internazionali che avranno l’opportunità di promuovere il turismo in Italia all’estero.

Bit 2008: borsa internazionale del turismo