Alitalia, niente più caffè a bordo degli aerei

Chi vola con la ex compagnia aerea di bandiera dovrà rinunciare al caffè in volo

A gennaio i passeggeri dei voli Alitalia avevano dovuto rinunciare allo snack a bordo degli aerei, che di solito consistevano in biscotti o patatine. L’assistente di volo chiedeva “Dolce o salato?”. Ed ecco che porgeva al passeggero un pacchettino che doveva bastare a chiudere quel ‘buchetto’ nello stomaco, specialmente se si volava durante le ore dei pasti.

Ma poi è arrivata la crisi nera e il commissariamento di Alitalia e le cose sono andate anche peggio.

Ora chi vola con la ex compagnia aerea di bandiera dovrà rinunciare anche al caffè. Non che sia una grossa perdita. Di solito in aereo il caffè che viene servito è quello solubile, che viene sciolto in acqua bollente, non di certo l’espresso del bar. Ma una bevanda calda talvolta può far piacere comunque. E poi, con quel che costano i biglietti, almeno un caffè…

In realtà il servizio è temporaneamente sospeso per problemi di approvvigionamento. Almeno, così dicono.

Chi vuole tenersi sveglio dovrà accontentarsi della Coca-Cola. Altrimenti dell’acqua, quella non manca mai.

Assieme al caffè, i passeggeri dovranno rinunciare anche a zucchero, cucchiaini di plastica e salviette umidificate.

Alitalia, niente più caffè a bordo degli aerei