Alitalia dedica il nuovo Boeing a Lampedusa, l’isola dell’accoglienza

Lo hanno deciso gli stessi dipendenti della compagnia aerea.

Alitalia, la compagnia aerea di bandiera, ha deciso di dedicare il nuovo Boeing 777-200 ER a Lampedusa, l’isola della Sicilia che è diventata simbolo dell’accoglienza, per via dei tanti sbarchi che avvengono sulle coste del lembo di terra più a sud d’Europa e, soprattutto, per l’ospitalità di chi ci abita.

La notizia è stata annunciata pochi giorni fa su Twitter – qui il tweet – e il nome è stato scelto dagli stessi dipendenti di Alitalia.

Il nuovo velivolo è operativo dal 27 febbraio scorso con la rotta che collega l’aeroporto di Fiumicino (Roma) con Tokio Narita, un tragitto che compie in 11 ore.

Il Boeing è l’11° esemplare di B777 usato dalla compagnia aerea, con un’età media di circa 13 anni, nonché il 25° della flotta di velivoli ‘a lungo raggio’.

L’aereo può ospitare fino a 293 persone, divise in tre classi (Magnifica, Classica Plus e Classica, ovvero l’impostazione standard di Alitalia) ed è equipaggiato con motori General Electric GE90, così come avviene negli altri tripleseven della compagnia.

A bordo, infine, i passeggeri potranno collegarsi a internet con il wi-fi, sedersi comodamente sulle nuove poltrone e accedere a schermi più grandi.

Alitalia dedica il nuovo Boeing a Lampedusa, l’isola dell’...