Ecco perché il 2017 sarà l’anno del Portogallo

Ormai non ci sono dubbi: nel 2017 il Portogallo sarà una delle mete più richieste e tutti vorranno visitare questo splendido Paese

Il 2017 sarà l’anno del Portogallo per quanto riguarda i viaggi. Ottimo cibo, natura incontaminata e luoghi di interesse storico rendono infatti questo Paese uno dei più gettonati del nuovo anno. E se nel 2016 si è già registrato un aumento di turisti diretti in Portogallo, nel 2017 ci sarà un vero boom di visite.

A rivelarlo era già stata, qualche tempo fa, la guida Best in Travel 2017 realizzata da Lonely Planet, che aveva eletto il Portogallo Paese dei sogni nel 2017. Dopo la Thailandia nel 2015 e l’Islanda nel 2016, ora è il momento del caldo Portogallo, in cui assaporare buon vino e godersi la bellezza di paesaggi unici al mondo.

Fra le destinazioni top del 2017 infatti il Portogallo è riuscito a battere tutti. Ad attrarre i turisti è soprattutto la bellezza di Lisbona, città della luce entrata nella top delle city da visitare secondo Lonely Planet, ma anche il paradiso terrestre delle Azzorre e Porto, considerata una delle città più convenienti al mondo, in cui trascorrere una vacanza low cost fra storia, natura e buon cibo.

Come se non bastasse per convincere chiunque a prendere immediatamente un aereo e arrivare in Portogallo, il paese di Pessoa è stato insignito anche di un altro riconoscimento importante. Ha infatti ricevuto oltre 24 Oscar ai World Travel Awards, battendo ogni record e confermandosi ancora una volta come destinazione preferita dei turisti per il 2017. “Il Portogallo è un Paese in crescita dal punto di vista turistico – ha commentato Marcelo Rebanda, dell’Ufficio Turistico del Portogallo in Italia  – grazie alla grande affluenza registrata nel 2016 soprattutto da parte del pubblico italiano, come testimoniano i dati aggiornati ad agosto che evidenziano incrementi incoraggianti: fino al 12% in più di visite ricevute. Siamo molto felici del risultato, dovuto in parte alla nostra posizione geografica strategica e a un clima con 250 giorni e 3.000 ore di sole all’anno. Quest’anno abbiamo offerto oltre 26 milioni di pernottamenti, di cui quasi 830.000 italiani (+12,2%) e nello specifico sono quasi 340.000 gli italiani che hanno scelto il nostro paese come meta turistica. […] Ma in generale del Portogallo si apprezzano qualità e poliedricità delle destinazioni, tra mare, surf, avventura e un prodotto enogastronomico eccellente”.

D’altronde il Portogallo è davvero in grado di fornire un’offerta turistica completa, di attrarre i viaggiatori più curiosi, quelli che si vogliono rilassare, ma anche gli appassionati di natura, storia e buona cucina.

Qui si passa dalla grandezza futuristica del MAAT, il Museo di Arte, Architettura e Tecnologia, affacciato sul fiume Tejo, agli scenari mozzafiato dell’Arcipelago delle Azzorre con le sue 9 isole di origine vulcanica immerse nell’Oceano Atlantico, sino al fascino magnetico di Lisbona, teatro di grandi eventi storici e festival internazionali, caratterizzata da una gastronomia che fa venire l’acquolina in bocca.

Ecco perché il 2017 sarà l’anno del Portogallo