Dubai, due nuove isole artificiali entro il 2020

Le due nuove isole di Marsa Al Arab potranno ospitare 20 milioni di visitatori per Expo 2020

A Dubai le novità non finiscono mai. L’ultimo progetto presentato dallo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum è quello di due nuove isole artificiali su cui sorgeranno resort di lusso, ma non solo.

Le due isole saranno pronte per il 2020, anno in cui Dubai ospiterà l’Esposizione universale, e faranno da cornice al Burj Al Arab, il grattacielo a forma di vela che ospita uno dei pochi hotel sette stelle del mondo.

Secondo i responsabili del nuovo progetto le due isole, il cui nome sarà Marsa Al Arab, potranno ospitare 20 milioni di visitatori.

Una delle due isole sarà dedicata al divertimento e alle vacanze per le famiglie, con un parco acquatico e uno marino e un teatro per 1.700 spettatori dove si esibirà il Cirque du Soleil.

L’altra ospiterà 140 ville di lusso, un boutique hotel, una marina privata dove attraccheranno super yacht e un eliporto.

Sulle due isole saranno costruite piste ciclabili, sentieri e piscine per il relax dei propri ospiti. Sarà costruito anche il Dubai Pearl Museum, il museo delle perle, con esposizioni di perle rarissime e molto antiche, ma anche un laboratorio collegato direttamente dal mare dove le perle vengono raccolte.

Dubai è tutta in fermento ed è un grande cantiere a cielo aperto. In previsione di Expo 2020 si stanno portando avanti numerosi progetti tra cui il sito che ospiterà l’evento mondiale, il prolungamento della rete metropolitana, il nuovo aeroporto internazionale di Al Maktoum in grado di servire 146 milioni di passeggeri entro il 2025.
Marsa Al Arab aggiungerà anche 2,2 km di spiagge alla frequentatissima costa dell’Emirato.

A Dubai esistono già altre isole artificiali. La più famosa è Palm Jumeriah, dove sono stati alcuni hotel, ville e appartamenti. Altre erano previste negli anni scorsi ma per via della crisi che ha colpito l’Emirato nel 2009 i progetti sono rimasti in stand-by.

Palm Jebel Ali, la cui costruzione era iniziata nel 2002, deve ancora essere completata, mentre il progetto di Palm Deira è stato modificato e saranno realizzate le Deira Islands. Infine, l’ultimo mega progetto di creare un vero e proprio arcipelago artificiale, The World, formato da ben 300 isole che hanno la forma del mondo è stato solo in parte realizzato.

Dubai è già oggi una delle città più visitate al mondo. Solo nei primi due mesi del 2017 ha accolto più di tre milioni di visitatori, quasi quattro volte tanto il risultato raggiunto nello stesso periodo dello scorso anno, con un incremento del 12%, secondo i dati rilasciati da Dubai Tourism. Entro il 2020 potrebbe diventare la meta più visitata del mondo.

Dubai, due nuove isole artificiali entro il 2020