Giappone per tutte le tasche: consigli di viaggio

Cinque cose da sapere per visitare il Paese del Sol Levante spendendo poco. Dai capsule hotel alla Japan Rail Pass: il Giappone per tutti

Impossibile restare immuni al fascino del Giappone, Paese di templi e di geishe, luogo di meditazione ed esaltazione dell’animo umano, oltre che della natura. Quasi tutti, prima o poi nella vita, hanno pensato di fare un viaggio verso l’arcipelago del Sol Levante. Che si sia spinti dalla passione per le arti marziali, da quella per i manga, per la cultura locale o per il fascino dei ciliegi in fiore poco importa. Quello che ha frenato i più, diciamoci la verità, sono sicuramente i prezzi, ritenuti da molti poco abbordabili.
La prima cosa che viene in mente a chi ha intenzione di partire per il Giappone è: mi costi? Ma quanto mi costi? Il Giappone è un Paese caro, e questo è vero solo in parte. A seguito dello Tsunami del 2011, infatti, i costi si sono notevolmente abbassati.

Falsi miti: il Giappone non è un Paese costoso
In periodi di bassa stagione è possibile trovare voli dall’Italia a tariffe vantaggiosissime, con una cifra compresa tra i 400 e gli 800 euro potrete acquistare un biglietto di andata e ritorno partendo da Roma o Milano. Ci sono, inoltre numerosi trucchi per poter risparmiare non poco, senza privarsi di nulla. Sulle spese, comunque, incide tanto il tasso di cambio, molto variabile, che intercorre tra Euro e Yen. La carta di credito non è accettata ovunque, e potrà anche capitare di avere dei problemi al momento del prelievo. Prendete contante a sufficienza per la sopravvivenza e informatevi prima di partire con la vostra banca, magari il vostro circuito non è diffuso.
Il Giappone è una Paese democratico, nel senso che ci sono numerose attrazioni del tutto gratuite, e questo gioca a favore del turista più accorto al portafogli.

Dove dormire (per risparmiare)
I costi maggiori sono dati dagli alloggi. Se adattarvi alle situazioni più strane per voi non è un problema potrete dormire in un internet cafè o in un capsule hotel. Gli internet cafè sono chiamati anche “Manga Kissa“, perché oltre ai computer è presente una fornita libreria di manga. La tariffa standard è di 105 Yen (circa) ogni quarto d’ora, il che tradotto in termini orari, significa 420 Yen ogni ora. Ovviamente se rimanete solo un’ora la tariffa è conveniente. Se invece volete passare la notte il trucco è usare i pacchetti ad ore multiple. In pratica esistono diversi pacchetti d’ore: quello da 3, 6 e da 9. In euro una notte può costare circa 20 euro, o anche meno. Potrete decidere di dormire su una poltrona reclinabile o sul futon. I clienti hanno inoltre libero accesso a bevande e snack.
Per un po’ più di privacy ci sono i capsule hotel, di certo non adatti ai claustrofobici. Si tratta di blocchi di plastica o fibra di vetro di circa 2 metri di lunghezza, per uno di larghezza e 1,25 di altezza. Lo spazio fornito è minimo, ma le capsule sono spesso dotate di tv e apparecchiature per l’intrattenimento. Il costo si aggira intorno ai 30 euro circa.
Viaggiando di notte potrete addirittura sfruttare gli autobus o i treni per dormire, risparmiando così sugli alberghi.
Se cercate maggiori comodità, e si fa per dire, potete decidere di dormire in un Ryokan, tipici alloggi giapponesi dove il bagno è in comune con le altre stanze e il letto è un materasso steso a terra, ovvero un futon. I costi sono leggermente più bassi di quelli di un albergo.

Dove mangiare (spendendo poco)
I giapponesi sono tra i popoli più longevi del pianeta e il merito è in parte anche della cucina locale. In Giappone si mangia molto bene, dal sushi agli udon, dalla carne alle verdure, la cucina è una delle più variegate al mondo ed i prezzi sono alla portata di tutti.
Una curiosità, i ristoranti sono spesso specializzati nella preparazione di piatti specifici e il più delle volte in vetrina sono esposte delle riproduzioni in cera delle pietanza servite. Questo vi semplificherà notevolmente la vita. Se vi accontentate di una zuppa di ramen, che equivale ad un piatto completo, potete spendere anche solo 600-700 Yen (5-8 euro). A seconda di quello che volete mangiare ovviamente i prezzi possono essere elevati oppure economici. Considerate di spendere una media di 1000-1200 Yen a pasto.

Come muoversi in Giappone: trasporti e JRP
I giapponesi sono noti per la precisione e la puntualità, anche più degli svizzeri. I mezzi pubblici, dentro e fuori Tokyo, funzionano molto bene. Con treni ed autobus è possibile raggiungere praticamente ogni località dell’arcipelago. A tanta precisione corrispondono anche costi elevati. Impossibile muoversi solo a piedi o in bici, quindi preventivate un budget sostanzioso per muovervi da una città all’altra, o all’interno della stessa città.
Se decidete di visitare tutto il Giappone, o comunque non una sola città, è molto conveniente acquistare la JRP (Japan Rail Pass). Questa sorta di abbonamento è disponibile solo per i turisti e si acquista tramite internet. Costa circa 300 euro, vale una settimana e vi consente di utilizzare illimitatamente i treni veloci giapponesi, gli shinkansen. Ammortizzerete il costo dell’abbonamento con due soli viaggi.

Quando andare in Giappone
E’ sempre il momento buono per visitare il Paese del Sol Levante, tuttavia alcuni periodi dell’anno sono migliori di altri.
L’elemento che influenza maggiormente un viaggio in Giappone è il clima. Le estati sono calde e torride in quasi tutte le città dell’arcipelago, ad esclusione dell’isola di Hokkaido, che si trova a nord, dove gli inverni sono rigidi e con la presenza di abbondanti nevicate. In inverno, in generale, le temperature sono abbastanza basse. Procedendo per esclusione, quindi, il periodo migliore per recarsi in Giappone è rappresentato dalle mezze stagioni, autunno e primavera. E proprio in primavera, tra aprile e maggio, avviene la fioritura dei ciliegi, uno degli spettacoli più belli della natura. In questo periodo tuttavia i costi sono abbastanza alti, e per un volo dall’Italia potrete spendere anche il doppio. Anche in autunno la natura offre uno splendido spettacolo, lasciatevi incantare dal foliage nipponico.
Se le condizioni meteorologiche per voi non sono un problema allora potrete approfittare delle offerte estive. Sia chiaro, l’afa e il caldo rendono insopportabili le lunghe passeggiate, ma l’aria condizionata, presente praticamente ovunque, attenuerà il vostro soggiorno.

Giappone per tutte le tasche: consigli di viaggio