Couch surfing: come trovare un alloggio gratis per le vacanza

Una lista delle cose da sapere per una vacanza tranquilla con il couch surfing

All’inizio dell’anno si pensa alle vacanze per l’estate e un modo per risparmiare sul pernottamento c’è e prende il nome di couch surfing. Il termine preso dall’inglese significa letteralmente fare surf sul divano ed è proprio questo elemento comodo della nostra casa ad essere l’oggetto del servizio. Con il couch surfing, infatti, ogni persona in qualsiasi posto del mondo mette a disposizione della comunità globale il proprio divano o il proprio letto gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio. Il tutto viene regolato sul sito dove ogni viaggiatore può conoscere le valutazioni precedenti su chi offre il proprio posto letto e scegliere con consapevolezza.

Ma perchè scegliere il couch surfing?
Ci sono una marea di motivi per i quali optare per il couch surfing piuttosto che per il classico bed & breakfast o hotel è la cosa migliore:
alloggio gratuito in vacanza: la possibilità di avere una sistemazione completamente gratis, soprattutto in caso di viaggi molto lunghi, è il motivo principale. I soldi risparmiati possono infatti essere utilizzati per acquistare escursioni o per piccoli imprevisti;
– conoscere la gente e le abitudini del posto: vivere insieme a persone del luogo ci aiuta sicuramente ad approfondire la nostra conoscenza del posto che stiamo visitando e a vedere tutto con occhi diversi;
– migliorare le lingue: anche questo è un aspetto da non sottovalutare, anche se siamo noi ad ospitare qualcuno nella nostra abitazione;
– scambio culturale: nel corso dei viaggi è inevitabile questo scambio, soprattutto se si condivide la stessa abitazione. Quanti si sono messi all’opera ai fornelli per far conoscere le ricette della propria cucina?

Prima di imbattersi in quest’avventura, è opportuno però sempre controllare alcuni dettagli: innanzitutto è importante valutare l’host, ovvero chi ospita, per capire se è affidabile e se è stato verificato dal sistema. In seguito, bisogna informarsi anche sulla sistemazione offerta: può essere un divano, ma anche un letto o anche una camera privata con bagno. Per le donne attenzione: molti accettano solo ospiti femminili perchè il couch surfing è anche un modo per rimorchiare. Infine, controllare la location che non deve sicuramente essere troppo lontana dai maggiori punti di interesse e non ubicata in una zona pericolosa. Per il resto tranquilli perché se usufruite di un alloggio con il couch surfing non siete assolutamente obbligati a ricambiare il favore: perciò godetevi solo la vacanza!

Immagini: Depositphotos

Couch surfing: come trovare un alloggio gratis per le vacanza