Cos’è e come funziona il Sistema Allerta Caldo

I quattro livelli del Sistema Allerta Caldo: cos'è e come funziona

Anche quest’estate, con l’arrivo delle alte temperature, è stato attivato il Sistema Allerta Caldo. Guidato dal ministero della Salute e dal Dipartimento di epidemiologia del Lazio, il “Sistema nazionale di previsione e di allarme per le ondate di calore”, ha lo scopo di arginare gli effetti negativi del caldo e di monitorare le condizioni meteo per evitare rischi per la salute dei cittadini.

Come funziona questo sistema? I bollettini meteorologici vengono stilati quotidianamente e al loro interno vengono indicati anche i vari livelli di allerta. I dati vengono poi pubblicati sul sito del ministero e inviati alle strutture sanitarie e sociali locali, con il compito di applicare interventi di prevenzione.

Esistono quattro livelli di allerta. Il primo è indicato con il colore verde ed è il livello zero, che indica condizioni meteo che non comportano nessun rischio per la salute dei cittadini.

A seguire troviamo il livello uno, chiamato anche di pre-allerta e indicato con il colore giallo. In questo modo gli esperti identificano una situazione che potrebbe anticipare l’ondata di caldo.

Il terzo livello ha il colore arancione e corrisponde a temperature elevate e a condizioni meteo che possono avere effetti molto negativi sulla popolazione.

Infine, il livello di maggiore pericolosità è quello rosso, che anticipa l’arrivo di un’ondata di caldo che dura per tre o più giorni di seguito.

Nel livello arancione sono a rischio le persone più vulnerabili, come per esempio gli anziani, i malati cronici e i bambini, nell’ultimo livello invece è a rischio la salute di tutti, anche delle persone sane.

Come difendersi dalle ondate di calore? Da questo punto di vista gli esperti sono concordi e affermano che sarebbe necessario rispettare alcune regole importanti per evitare problemi. Per prima cosa bisogna evitare di uscire nelle ore più calde della giornata, ossia dalle 11 alle 18, i pasti devono essere leggeri, con molta frutta e verdura, mentre è necessario bere acqua anche quando non si avverte lo stimolo della sete. Per ridurre la temperatura della casa tenere aperte le finestre durante la notte, mentre di giorno il caldo si combatte anche indossando indumenti leggeri in cotone e lino e bagnandosi spesso il viso con acqua fresca.

Cos’è e come funziona il Sistema Allerta Caldo