Aerei: curiosità, misteri e miti da sfatare per chi ama volare

I misteri che riguardano un aereo sono molteplici e spesso sorprendenti. Vediamo quali sono quelli più curiosi ed utili da tenere bene a mente quando si viaggia

Ogni aereo presenta dei misteri che continuano, volo dopo volo, a colpire l’attenzione dei passeggeri più curiosi. Alcuni di essi sono collegati alla sicurezza stessa dei viaggiatori, altri sono piccoli dettagli che parlano della storia di questo mezzo di trasporto.
Una delle domande più comuni è perché il finestrino dell’aereo presenti sulla sua superficie un forellino. Questa piccola componente è in realtà molto importante per la sicurezza di tutti i passeggeri: infatti durante il volo la pressione all’interno dell’aereo è molto più elevata di quella presente all’esterno. Il foro di respirazione rende capace il finestrino di resistere a questo ingente squilibrio pressorio.

Molti si sono chiesti almeno una volta se l’impatto di un fulmine con l’aereo fosse in grado di provocare un incidente in volo. Non è assolutamente detto che una saetta faccia precipitare il mezzo: i danni possono essere davvero minimi.
Uno dei misteri più discussi in aereo è davvero curioso: qualcuno ritiene che il pilota metta in moto il mezzo con una chiave. Ovviamente non è così. Per far partire un aeroplano servono leve, pulsanti e manopole: il suo sistema di avviamento non è similare a quello di un’automobile.

Se vi siete chiesti se sia possibile aprire il portellone durante il volo, sappiate che la risposta è no: data l’enorme differenza di pressione che sussiste tra l’esteno e l’interno del mezzo per riuscire a compiere questa impresa bisognerebbe avere una forza sovrumana.
Impressionante, invece, è sapere quale sia la potenza di questo mezzo di trasporto: in genere il motore di un aereo di linea ha la prestanza di 28 automobili. Se pensate alle utilitarie, però, vi sbagliate di grosso: il termine di paragone sono le roboanti macchine da Formula 1.

Forse non tutti sanno che il personale di bordo è autorizzato ad arrestare un passeggero qualora sia necessario. Nel caso sia messa in pericolo la sicurezza degli altri viaggiatori o dell’aeroplano, il capitano può dare ordine di arresto immediato. Ovviamente non potrà effettuarlo in prima persona visto che è impegnato a pilotare il velivolo.
L’ultimo dei misteri dell’aereo è facilmente spiegabile: perché a bordo sono presenti dei posacenere se è vietato fumare? Questa civile norma è entrata in vigore di recente: questi strumenti servivano per evitare che fumatori senza educazione spargessero ovunque i mozziconi di sigaretta.

Aerei: curiosità, misteri e miti da sfatare per chi ama volare