7 cose da non toccare in hotel

Non toccate quel cuscino, ma neppure quel telecomando e non accendete neanche la luce

camera-albergo-2--1200-ThinkstockAvete mai pensato ai pericoli che possono annidarsi nelle camere d’albergo?
Alcuni studiosi che tengono particolarmente all’igiene si sono chiesti quali sono gli oggetti più a rischio che sarebbe meglio non toccare -se non forniti di robusti anticorpi- e ne hanno individuati 7:

1. L’interruttore principale della luce
E’ la prima cosa che si tocca quando si entra in una stanza, e probabilmente la più contaminata da germi. Uno studio condotto da Katie Kirsch dell’Università di Houston ha provato che l’interruttore è uno degli oggetti più sporchi di una camera d’albergo. Poiché non è possibile evitare di accendere le luci, la studiosa consiglia di lavarvi le mani subito dopo l’uso, o di usare il gomito per toccare l’interruttore

2. Il telecomando
Charles Gerba, professore di microbiologia presso l’Università dell’Arizona, ha provato che i telecomandi sono hanno un livello elevato di batteri, e che il 20 per cento è contaminato da liquidi organici. Ricordatevi di tenere sempre in valigia una scatola di salviettine disinfettanti. Oppure chiudete il telecomando in un sacchetto di plastica trasparente, che possa servire da barriera tra voi e i germi.

3. Il secchiello per il ghiaccio
Non c’è mai modo di conoscere l’ultima volta che è stato lavato: il secchiello del ghiaccio è probabilmente un terreno fertile per i germi. In teoria dovrebbe essere pulito almeno una volta al mese, ma sarà realmente così? Meglio farne a meno.

4. Il pavimento del bagno e il lavandino
Secondo uno studio se in albergo qualcuno starnutisce nella camera accanto a voi, il virus arriverà nella vostra camera la notte successiva. La contaminazione sembra essere legata alle spugne e agli stracci per la pulizia: le superfici di tutte le camere infatti vengono lavate con lo stesso panno e spesso senza disinfettante. Cogliete ancora l’occasione per usare le vostre salviette antibatteriche.

5. La coperta e i cuscini
Questi due oggetti non vengono mai lavati, o lo sono raramente. La prima cosa da fare quando si arriva in una camera d’albergo è arrotolare la coperta o il piumone ai piedi del letto (o meglio, toglierli del tutto). Diffidate anche delle coperte conservate nell’armadio: chissà quando saranno state lavate. Lo stesso vale per i cuscini, tanto che alcuni viaggiatori portano con sé delle federe da usare per avere una maggiore sicurezza.

6. Il divano
Ecco un’altro oggetto difficile da lavare e tantomeno da sterilizzare. Alcune fonti provenienti direttamente dagli staff degli hotel consigliano di sedersi su sedie e divani coprendoli prima con un asciugamano o un foglio.

7. I bicchieri
Non sempre vengono lavati. Se sono girati verso il basso, potrebbero essere stati contaminati da una spugna usata per pulire chissà cosa. Meglio usare utilizzare bicchieri usa e getta o lavare quelli che trovate in camera con molta attenzione.

Le uniche cose sicure
Secondo il già citato ricercatore Kirsch le uniche cose non rischiose da toccare sono la testata del letto, l’asta della tenda e la maniglia della porta del bagno. Spesso vale tuttavia la regola del denaro: “Meno si paga per una camera, più vai a letto con i batteri.” In ogni caso, controllate sempre le recensioni online per farvi un’idea dello stato di igiene dell’hotel che state per prenotare.

7 cose da non toccare in hotel