Viaggio a Marbella, tra Malaga e Gibilterra lungo la Costa del Sol

Suggerimenti di viaggio a Marbella e dintorni. La località balneare più nota della Costa del Sol è la base per andare alla scoperta di Malaga e Gibilterra.

Conosciuta anche per aver dato il nome a un’auto, Marbella è forse la città balneare più famosa della Costa del Sol, zona della Spagna della comunità autonoma dell’Andalusia dove il clima è mite anche durante l’inverno e che per questo è diventata un luogo di villeggiatura molto amato da oltre 12 milioni di turisti provenienti da tutta Europa. Hotel, appartamenti e resort di lusso dotati di campo da golf: trovare una sistemazione per tutte le tasche a Marbella non è difficile, ma questa città di oltre 130.000 abitanti offre molte sorprese.

A cominciare dall’arte e dalla cultura, con un percorso archeologico che vi porterà alla scoperta dei resti della basilica paleocristiana di Vega del Mar nella zona di Linda Vista, oltre che a visitare la villa romana di Río Verde. Con le sue stradine bianche e i balconi fioriti, il Casco Antiguo di Marbella è il luogo perfetto in cui camminare con calma per scoprire l’architettura andalusa. Su Plaza de los Naranjos si affacciano il municipio in stile rinascimentale del 1568, la cappella di Santiago, la prima chiesa della città, e la Casa del Corregidor. Tra le altre cose da vedere troviamo i resti delle mura antiche che circondavano la Marbella del periodo arabo e l’Alcazaba, oltre a musei come quello del Grabado Español Contemporaneo in Calle Hospital Bazán che ospita opere di Goya, Picasso, Miró e Dalí.

Se amate la natura e siete in vacanza a Marbella con i bambini, esplorate i sentieri (sendas) urbani alla scoperta della biodiversità con un percorso circolare di 5 chilometri che tocca più di 20 spazi della città. Senza dimenticare i parchi e i giardini di Marbella come il Jardin El Ángel o il Lago de las Tortugas, luogo ideale per vedere da vicino tante simpatiche tartarughe acquatiche.

Naturalmente sarebbe imperdonabile dimenticare la principale attrattiva della città: il Mar Mediterraneo. Marbella può contare su oltre 27 chilometri di spiagge, molte delle quali hanno ricevuto la prestigiosa “Bandiera Blu” dalla FEE, la Foundation for Environmental Education. Lunghe strisce sabbiose perfette per il relax, le spiagge cittadine offrono il vantaggio di essere non solo perfettamente sorvegliate, ma anche attrezzature come lettini e ombrelloni. Inoltre, sui lidi di Marbella si affacciano spesso beach club, ristoranti, bar e chiringuitos perfetti per pranzare in riva al mare o, semplicemente, per concedersi una pausa dissetante.

Gli amanti dello shopping troveranno a Marbella e nei suoi dintorni numerosi centri commerciali, ma noi vi consigliamo una visita ai mercati tradizionali della città alla ricerca di prodotti tipici o di souvenir. Marbella, però, è anche la base ideale se volete scoprire le attrattive della Costa del Sol e grazie alla sua posizione ideale tra Malaga e Gibilterra vi permetterà di raggiungere entrambe le città facilmente sia in auto, sia in bus.

Proseguendo verso Malaga, una cittadina famosa è Fuengirola. Destinazione turistica molto amata da chi vuole fare vita da spiaggia, al cemento tipico della sua linea costiera compensa con molte attività culturali, soprattutto nei mesi estivi, e con monumenti, come l’imponente Castello di Sohail, situato su una collina e ora sede di manifestazioni (da non perdere, il “Mercado Medieval”). Fuengirola si trova a poco più di 30 chilometri da Marbella ed è perfetta per una sosta veloce o per concedersi un bagno nelle acque del Mediterraneo.

Ulteriori 20 chilometri e giungiamo a Torremolinos, altra località adatta per una vacanza di mare in Andalusia. Anche qui ci troviamo di fronte a una lunga spiaggia di sabbia dorata bordata di palme che arriva fino al río Guadalhorce che la separa da Malaga e dove potremo mangiare sul lungomare o fermarci per un paio di giorni per apprezzare al meglio la sua scintillante vita notturna. Se siete in vacanza con i bambini non dimenticate di visitare il Crocodile Park per fare la conoscenza con Paco, il coccodrillo più grande d’Europa, o l’Aqualand, parco acquatico che vi rinfrescherà anche durante i giorni più torridi dell’estate spagnola.

Ed eccoci arrivati a Malaga, la capitale della Costa del Sol e una delle più importanti mete turistiche dell’Andalusia. Il suo centro storico è formato da un mix di stradine e grandi viali alberati, perfetti per camminare in totale relax o per fare shopping. Inoltre, ospita monumenti come l’Alcazaba, il teatro romano e il Castello di Gibralfaro. A metà di agosto la città si addobba a festa in preparazione della Feria de Malaga, forse l’evento estivo più famoso di tutta l’Andalusia. Per tutta la città si balla dalla tarda mattinata fino alle prime luci dell’alba, facendo tappa nei ristoranti per degustare le tipiche tapas o nei bar per provare lo sherry e il locale cartojal, vino bianco simbolo di Malaga.

Ma Malaga è anche mare, con spazi come La Malagueta, spiaggia cittadina non lontana dal porto che conta su tanti bar e su un servizio di torrette di guardia per fare il bagno in tutta sicurezza. Nel quartiere dei pescatori, invece, trovate la più tranquilla spiaggia di Pedregalejo sulla quale non mancano numerosi spazi già equipaggiati con carbonella per chi vuole preparare da sé il pranzo.

Se, invece, da Marbella vogliamo proseguire lungo la Costa del Sol in direzione di Gibilterra, una destinazione intermedia perfetta per il pranzo è Estepona, compresa tra il Mar Mediterraneo e le montagne della Sierra Bermeja. Non fatevi ingannare dagli edifici più moderni, perché il suo centro storico vale una deviazione grazie alle casette bianche impreziosite da fiori ad ogni finestra e balcone. Approfittate della brezza per una passeggiata sul suo ampio lungomare e non dimenticate una sosta in una delle 17 spiagge cittadine, tutte attrezzate con bar, torrette di guardia e giochi per i bambini.

Gibilterra è situata a 78 chilometri da Marbella e merita sicuramente una giornata per la sua visita. territorio d’oltremare inglese si trova alla fine dell’omonimo stretto. Ricordate che per varcare il confine tra La Línea de la Concepción e Gibilterra è necessario un documento d’identità. Se Main Street è il tempio dello shopping grazie al suo status di duty-free, non dimenticate di arrivare al mirador che rappresenta la punta d’Europa o di salire con la teleferica per fare una visita alle scimmie della Rocca e considerate il simbolo di Gibilterra.

Dalla Rocca potrete godere di uno splendido panorama a 360 gradi su Gibilterra oppure prendere il sentiero che vi porterà alla Saint Michael’s Cave, una grotta naturale così grande da essere utilizzata oggi per ospitare anche concerti di ogni tipo. Una volta scesi in città riparatevi dal caldo nei suggestivi giardini di Alameda e non dimenticare una visita al cimitero di Trafalgar dove sono seppelliti i caduti durante l’omonima battaglia avvenuta nel 1805.

Viaggio a Marbella, tra Malaga e Gibilterra lungo la Costa del So...