Viaggio a Guadalupe, le meraviglie di Basse-Terre

Consigli utili per visitare Guadalupe attraverso la Route de la Traversée e le strade costiere, per immergersi nella natura lussureggiante e incontaminata di Basse-Terre.

Guadalupe è una Regione francese d’Oltremare situata tra la Dominica e Antigua nel mar dei Caraibi; l’omonima isola maggiore è formata da due porzioni di terra, Grande-Terre e Basse-Terre, separate tra loro da una stretta striscia di sabbia contornata da paludi e foreste di mangrovie conosciuta come la “Rivière Salée”. La parte occidentale di Guadalupe (in italiano Guadalupa, in francese Guadeloupe), nota come Basse-Terre è in gran parte occupata da un vulcano, il grande “Soufrière”, e da una rigogliosa foresta pluviale.

Parigi è la principale località europea da cui partono voli verso le isole di Guadalupe con destinazione aeroporto internazionale dell’isola maggiore, nei pressi di Pointe-à-Pitre. Muoversi tra le isole è piuttosto semplice grazie a collegamenti marittimi e aerei che consentono di raggiungere le principali destinazioni di Guadalupe. Per scoprire l’isola maggiore in tutta tranquillità si può noleggiare un’auto, sicuramente il mezzo più comodo per attraversare la Route de la Traversée, l’itinerario di circa 35 km davvero suggestivo che attraversa Basse-Terre. In alternativa, prendete un autobus locale, che presenta costi ridotti ma potrebbe allungare i tempi di percorrenza per raggiungere le mete desiderate.

Molto diversa dalla pianeggiante Grande-Terre, Terre-Basse, ripida e montuosa, ospita una catena vulcanica nel cuore di una densa vegetazione tropicale gestita dal parco nazionale che comprende numerosi itinerari per escursioni tra cui cascate, bacini, parchi e vegetazione lussureggiante. Inoltre, la zona costiera della baia di Grand Cul-de-Sac, tra Basse-Terre e Grande-Terre, è uno straordinario ambiente marino – protetto anch’esso dalla legislazione del parco nazionale di Guadalupe – che include barriera corallina, foreste di mangrovie, sorgenti e paludi.

Il Parc national de la Guadeloupe, situato nella parte meridionale di Basse-Terre, nel 1992 è stato dichiarato dall’Unesco Riserva mondiale della biosfera. La sua estensione ricopre un’immensa e florida foresta pluviale, il cui paesaggio si manifesta in un’esplosione di piante, fiori e alberi. Il parco ospita circa 17 specie di mammiferi, tra cui un raro esempio di iguana spinosa, procioni e dei grossi roditori ormai a rischio di estinzione, una molteplicità di uccelli, circa 33 specie diverse come il picchio della Guadalupa e il cuculo manioca.

Il parco racchiude i siti più prestigiosi dell’isola. Primo su tutti il vulcano Soufrière o “la vecchia signora”, che è il punto più alto delle Piccole Antille, alto 1.467 metri; attualmente è l’unico vulcano attivo dell’isola. La sua scalata attira sempre più turisti ma a causa delle numerose frane verificatesi dopo il terremoto del 2004 alcuni sentieri sono diventati inaccessibili. Dalla sua vetta, chiamata Discovery, si può ammirare uno dei paesaggi più belli dei Caraibi, con a nord la catena montuosa di Basse-Terre e tutt’intorno le isole che compongono l’arcipelago di Guadalupe, Les Saintes, Marie Galante e Désirade.

Oltre al vulcano Soufrière, una delle meraviglie da vedere a Guadalupe sono le cascate del Carbet, simbolo della bellezza tropicale dell’isola, un “must” per chi ha scelto di esplorare Basse-Terre. Le cascate sono tre, di grandi dimensioni, e accolgono ogni anno migliaia di visitatori; sono raggiungibili attraverso sentieri lastricati in legno e pietra. La più accessibile è senza dubbio la seconda, alta 110 metri, che si può ammirare da un ponte sospeso. I più coraggiosi possono tentare di raggiungere anche la prima delle cascate del Carbet, mentre la terza – che però è consigliabile solo a scalatori esperti – è la più affascinante: infatti, da qui si giunge ad una sorgente di acqua calda in cui immergersi per fare un bagno.

Il fiore all’occhiello di Terre-Basse è sicuramente la Riserva marina del Grand Cul-de-Sac, una delle maggiori attrazioni turistiche delle isole di Guadalupe. Situata lungo il braccio di mare che separa le due isole maggiori a nord della Rivière Salée, la riserva è stata creata con l’obiettivo di custodire e proteggere le zone costiere e marine della vasta laguna, così come tutte le specie animali e vegetali al fine di mantenere e salvaguardare il fragile ecosistema e la sua biodiversità. Tra le mangrovie sono conservati veri e propri vivai di uccelli, oltre 100 tipi diversi di alghe e coralli, e numerose specie di pesci, tartarughe e molluschi.

Il paradiso naturalistico di Guadalupe, in uno scenario che unisce mare, monti e natura selvaggia, è l’ambiente perfetto per gli appassionati del verde e delle attività all’aria aperta che vogliono vivere esperienze uniche e particolari. Nel parco e nella riserva si possono praticare varie attività, tra cui gite in barca nella laguna, snorkelling su fondali e intorno alle isole, escursioni in kayak o passeggiate in bici nella zona costiera. Tra tradizione e modernità, Basse-Terre ospita inoltre Le Caribulles, il più importante festival dedicato ai fumetti della regione, con un ricco programma di appuntamenti per gli appassionati del genere.

Basse-Terre ha un fascino tutto naturale e percorrendo le strade costiere si incontrano anche spiagge con ciottoli e sabbia dorata e rosa. Come Grand Anse, a pochi chilometri dal villaggio di Deshaies, sicuramente una delle spiagge più maestose delle isole di Guadalupe, con la sua sabbia dorata e le palme di cocco e una lunga distesa di sabbia fine. Poco più avanti si può ammirare l’Anse de la Perle splendida spiaggia di sabbia dorata, protetta dalla barriera corallina. Poi ancora le due spiagge di Plage de Leroux e Petite Anse: la prima è una piccola baia poco frequentata dalla sabbia bianca, la seconda invece è un’insenatura circondata da due promontori rocciosi, luogo perfetto per fare immersioni subacquee. Qui si trovano strutture balneari, ristoranti e bar sulla spiaggia.

A pochi chilometri dal villaggio di Sainte Rose, invece, si scorgono le bellissime spiagge di sabbia rosa con un meraviglioso mare turchese di Plage de la Ramée e Plage de Clugny. Nonostante il bellissimo mare, le acque di Basse-Terre nell’isola di Guadalupe sono piuttosto mosse a causa delle forti correnti e dei vortici marini che possono rivelarsi pericolosi. Si consiglia, quindi, massima prudenza e attenzione nel momento in cui si decide di tuffarsi in acqua per una bella nuotata.

Viaggio a Guadalupe, le meraviglie di Basse-Terre