In viaggio nella capitale della Croazia: due passi in centro

Passeggiata nel centro della capitale della Croazia: cosa vedere di questa città affascinante e ricca di meraviglie

La capitale della Croazia, Zagabria, con quasi un milione di abitanti, è probabilmente la capitale europea più piccola in quanto dimensioni, ma nonostante ciò è una meta ricca di storia e arte e il gran numero di istituzioni museali e eleganti chiese gotiche la rendono una meta perfetta per una passeggiata nel centro storico.

Se durante gli anni dello Stato Jugoslavo la capitale della Croazia si sentiva messa da parte rispetto ad altri centri come Belgrado o Sarajevo, oggi Zagabria è uno dei centri turistici più importanti dei Balcani. Il turismo internazionale sta poco alla volta scoprendo le meraviglie che questa città posta a cerniera tra l’Europa centrale e l’Adriatico offre tre le sue strade ed è sempre più comune che i visitatori che arrivano in Croazia attirati dalla bellezza del mare facciano una tappa a Zagabria per scoprire i suoi musei e le sue attrazioni culturali di primo piano.

In questa guida indicheremo un breve itinerario, realizzabile anche con solo qualche ora a disposizione nella capitale della Croazia, ma che permette di ammirare le mete più interessanti e suggestive di Zagabria.

Il punto di partenza dell’itinerario è la principale piazza di Zagabria, Trg Josipa Jelacica, il cuore della città, posto esattamente tra i due quartieri storici che dividono la capitale, la città alta e la città bassa. In piazza si possono vedere il via vai dei croati che attraversano la città per recarsi al lavoro e i suggestivi palazzi in stile austro-ungarico che circondano lo slargo con le loro eleganti facciate.

La prima tappa è situata a poca distanza dalla piazza, in direzione nord attraversando via Podziom, ai piedi della città alta: si tratta del celebre mercato di Dolac, il principale mercato all’aperto della città. Qui si possono trovare numerosi esempi dell’artigianato croato e una selezione delle prelibatezze che provengono da tutta la nazione , come le deliziose torte alla crema tipiche del sobborgo di Samobor. Prima di lasciare il mercato vale la pena concedersi qualche minuto per guardare gli indaffarati abitanti di Zagabria che rendono straordinariamente vivace questo mercato, e forse perdersi tra le bancarelle è il modo migliore per entrare in contatto con l’atmosfera più autentica della capitale.

La tappa successiva si trova appena ad ovest rispetto al mercato, sulla suggestiva Kapitol trg, e si tratta della spettacolare cattedrale dell’Assunzione, una delle chiese più grandi e antiche di tutta Zagabria, che domina il centro urbano dall’altro delle sue guglie gotiche. Una curiosità di questa chiesa è che venne ricostruita dopo la distruzione portata nel XIII secolo dai…mongoli! Infatti i discendenti di Gengis Khan cercarono di conquistare l’Europa dell’est in pieno Medioevo.

Proseguendo lungo l’itinerario è il momento di dirigersi verso la strada più “in” di Zagabria, la Tkalciceva, attraversando nuovamente Kapitol Trg e i suoi graziosi palazzi seicenteschi. Arrivati sulla Tkalciceva ci si può fermare a prendere un caffè o mangiare qualcosa negli eleganti locali che si aprono lungo tutta la strada, prendendo i punti di riferimento per tornare qui in serata, dove si concentra la vita notturna di Zagabria.

La meta successiva si trova oltre la Porta di Pietra, l’antico accesso alla città medievale di Gradec, una delle due realtà urbane che si fusero nel 1800 per creare l’abitato di Zagabria, dove ci si può fermare a osservare l’effige della Vergine Maria circondata da candele: questo è infatti uno dei luoghi più cari ai fedeli croati. Proseguendo ancora le ripide stradine della città alta si arriva a Markov Trg, dove sorge una delle chiese più belle e suggestive di Zagabria, la chiesa di San Marco, con il caratteristico tetto ricoperto da mattonelle colorate.

La chiesa di San Marco è forse la più antica di Zagabria e risale all’inizio del XIII secolo e sulla sua sommità si possono ammirare i mosaici degli stemmi delle antiche regioni della Croazia che campeggiano sullo splendido portale gotico finemente decorate. All’interno di San Marco si possono trovare alcune sculture di uno degli artisti del XX secolo più celebri in Croazia, Ivan Mestrovic.

Sulla piazza Markov si affacciano anche il palazzo del Parlamento e il Banski Dvori, il palazzo del presidente della Repubblica, due eleganti strutture in stile neoclassico che vale la pena osservare in tutta calma mentre si fa una pausa sulle panchine della piazza. Nei pressi di Markov si possono visitare lo studio di Ivan Mestrovic e osservare i documenti e gli strumenti di lavoro del maestro scultore, prima di riprendere il cammino sull’itinerario e raggiungere la galleria Klovicevi Dvori. In questa interessante galleria d’arte si possono ammirare molte opere e mostre degli artisti croati più importanti e spesso anche alcune mostre fotografiche di grande pregio.

L’ultima tappa dell’itinerario porta sulla Torre Lotrscak, una fortificazione di origine trecentesca che ha la particolarità di ospitare un antico cannone con il compito di sparare una salva ogni giorno a mezzogiorno per segnare l’orario a tutta la capitale della Croazia. Oggi è possibile salire sulla sommità della torre fino ad una terrazza panoramica dove si può godere di una spettacolare vista a 360° su tutta la città e guardare dall’alto il percorso a piedi tra le stradine che si è appena concluso.

La capitale della Croazia è un luogo magico da visitare in ogni momento dell’anno, così come i suoi dintorni, e d’estate come d’inverno le possibilità sono davvero illimitate; se però si è alla ricerca dei festival culturali più interessanti allora il momento migliore per arrivare a Zagabria è la primavera inoltrata, tra maggio e giugno, quando la città diventa il palcoscenico di un gran numero di iniziative di ogni tipo.

In viaggio nella capitale della Croazia: due passi in centro