Tour dei parchi di Krabi: ecosistemi marini e terrestri da sogno

Un viaggio in Thailandia per tuffarsi nei mari del sud, attraversare foreste di mangrovie e scoprire le tracce dei nostri progenitori

Krabi è generalmente sinonimo di spiagge tropicali, acque cristalline, foreste di mangrovie e isole paradisiache. Forse non tutti sanno che Krabi, una delle province della Thailandia meridionale, nel cuore della Penisola malese, nasconde tesori unici e quasi sconosciuti, siti preistorici che hanno permesso di far luce sulla storia dell’umanità. Se agricoltura e pesca sono le attività tradizionali, il turismo è diventata una voce importante dell’economia di questo meraviglioso territorio affacciato sul mare delle Andamane.

In questo tour scopriremo tante interessanti attrazioni che la provincia di Krabi offre ai visitatori, non solo agli appassionati di snorkeling e diving, ma anche agli storici e archeologi in erba e a chi cerca una vacanza all’insegna della natura, ed è disposto ad affrontare il caldo tropicale per attraversare sentieri e percorsi acquatici nelle foreste, oppure nelle grotte e nelle caverne del distretto settentrionale della provincia. In particolare, attraverseremo i quattro parchi nazionali istituiti per proteggere la biodiversità locale.

Iniziamo il nostro tour della provincia di Krabi proprio dal distretto nord, quello di Ao Luek, circa 45 chilometri a nord di Krabi Town – il maggiore centro urbano della provincia – dove potremo visitare il parco nazionale di Than Bok Khorani. I più avventurosi potranno cimentarsi in trekking e passeggiate nei numerosi sentieri tracciati ammirando fiori e piante endemici e le foreste di mangrovie e tuffarsi nelle pozze d’acqua alimentate da suggestive cascate.

Nelle grotte di Lot Thai e di Phi Hua To si potranno osservare disegni e pitture rupestri oltre che le strane geometrie di stalattiti e stalagmiti. Infine, sarà d’obbligo fermarsi per un meritato riposo sulle spiagge e farne snorkeling nei mari che circondano le isole che appartengono alla zona protetta. In zona c’è anche il Tree Top Adventure Park, un parco avventura, con passerelle, ponti tibetani, funi sospese… nel cuore della foresta tropicale costruito nel segno del turismo ecosostenibile . Il pacchetto turistico comprende anche il viaggio da Krabi Town o altre località e ingresso nel parco.

Una trentina di chilometri a nord-est di Krabi Town c’è poi il parco nazionale di Khao Phanom Bencha, creato nel 1981, che si estende su una superficie di circa 52 chilometri quadrati. La zona è montuosa e ricca di corsi d’acqua. I monsoni che interessano questa regione rendono rigogliosissima la foresta tropicale umida popolata da tante specie animali e vegetali, uccelli, anfibi, mammiferi quali macachi, scimmie, gibboni, specie locali di capricorni e cinghiali, leopardi…

La vetta più alta, Khao Phanom Bencha, raggiunge i 1.397 metri di altitudine e ha una vista spettacolare, se il meteo lo consente, sulla città di Krabi. Fate il bagno nelle piscine naturali prodotte dalle cascate di Huai To e Huai Sakhe, estesi sistemi di salti a più livelli. Infine, esplorate le grotte di Khao Phueng, con le sue cinque grandi cavità dalle interessanti formazioni rocciose, sulle cui parenti il sole disegna impressionanti giochi di luce.

Sulla costa, non lontano da Krabi Town, nel distretto di Mueang, c’è il parco nazionale Hat Noppharat Thara – Mu Ko Phi Phi. La zona costiera si torva a una ventina di chilometri a nord ovest della città mentre le isole dell’arcipelago di Mu Ko Phi Phi si raggiungono in barca; sono numerosi i traghetti in partenza dai moli di Krabi che accompagnano sulle isole. L’ecosistema marino di questo parco è di rara bellezza: mammiferi rari, come alcune specie di delfini, solcano questi mari mentre al largo della barriera corallina vivono squali, marlin, murenidi.

Nella zona meridionale della provincia di Krabi, fate tappa allo spettacolare parco nazionale di Mu Ko Lanta, nel distretto di Ko Lanta. Situato a un centinaio di chilometri dalla città di Krabi (poco meno di tre ore d’auto sulla carta), comprende nel suo territorio marino protetto le isole e gli spazi acquatici degli arcipelaghi di Rok, Ngai, Ha e Lanta islands che si raggiungono, ovviamente, in barca. La vera attrazione di questo parco è la barriera corallina, anche se l’insieme dato dalle foreste di mangrovie, dalle formazioni calcaree e dalle foreste tropicali umide regala paesaggi mozzafiato. Attrezzatevi per lo snorkeling ed esplorate i fondali marini per incontrare tartarughe, pesci farfalla, coralli, pesci pappagallo, spugne, pesci damigella…

Non dimenticate che per entrare in Thailandia è necessario essere in possesso di passaporto con validità residua di almeno 6 mesi; il visto d’ingresso serve solo se pensate di restare nel Paese per più di 30 giorni. Se pensate di affittare un’automobile per i vostri spostamenti nella provincia di Krabi informatevi prima di partire sulle restrizioni: vi sarà consentito guidare con patente internazionale (modello della convenzione di Ginevra 1949).

Tour dei parchi di Krabi: ecosistemi marini e terrestri da sogno