Tour di Faro e dintorni: il Portogallo selvaggio e bucolico

Viaggio a Faro, nel Portogallo meridionale, alla scoperta della natura incontaminata del Ria Formosa, spiagge, isole deserte e incredibili canali

Faro, una dei più importanti centri urbani dell’Algarve nel sud del Portogallo affacciata sull’oceano Atlantico, è una città che racchiude mille sfumature; una destinazione ideale per chi sogna una vacanza di totale relax senza rinunciare però alle bellezze storiche e naturalistiche del territorio. Questa ridente località balneare, infatti, propone un’offerta variegata in grado di attrarre un’ampia e diversificata gamma di turisti che potranno deliziarsi tra passeggiate nel centro storico, giornate sulle spiagge sabbiose, tranquille gite tra i canali e le lagune ed escursioni nelle isole deserte.

A poche ore in auto da Lisbona e raggiungibile con facilità dal vicino aeroporto internazionale, Faro è una cittadina fiorente e cosmopolita del Portogallo considerata punto di accesso alla splendida regione dell’Algarve. La città è contraddistinta da un’atmosfera accogliente e tradizionale ricca di fascino e storia che si concentra attorno alla città vecchia, cinta da antiche mura moresche a cui si accede tramite l’Arco da Vila, una bellissima porta settecentesca.

All’interno della città è possibile camminare su strade lastricate costeggiate da antichi edifici immersi in un’atmosfera senza tempo, tra cui la cattedrale, o Igreja da Sé o Igreja de Santa Maria, l’autentico capolavoro architettonico di Faro che al suo interno mostra pannelli di azulejos, le tipiche maioliche dipinte a mano della tradizione del Portogallo. Ci sono poi il Seminario e il Palazzo episcopale, numerosi musei, su tutti quello archeologico, con una preziosa esposizione di sculture romane e medievali e il Museo marittimo che racconta la storia delle grandi scoperte e una mostra di modellini di barche. Non meno importante è la Igreja do Carmo che ospita la macabra cappella delle ossa, le cui pareti sono ricoperte di ossa e teschi umani.

Per una gita fuori porta, spostandosi leggermente da Faro si incontrano lungo la costa del Portogallo lunghe strisce di dune disabitate e un intricato labirinto di canali che costituiscono il meraviglioso Parco naturale di Ria Formosa, un’insenatura lagunare composta da bianche spiagge, penisole, isolotti e canali fluviali. Il parco, lungo 60 chilometri, si estende dalla città di Faro fino al Cacela Velha nei pressi di Tavira. Un’oasi protetta che accoglie tantissime specie di anfibi e rettili e di uccelli migratori che vi stanziano per lunghi periodi tra cui aironi, cicogne, fenicotteri e colombi migratori, un sogno per gli appassionati di birdwatching.

Un vero e proprio paradiso all’interno del quale immergersi totalmente nella natura. Meta di tanti viaggiatori e turisti, il parco è visitabile in totale autonomia oppure in gruppo rivolgendosi alle numerose agenzie turistiche di Faro che organizzano in questa zona del Portogallo “walking tour” giornalieri con guida, escursioni in barca di mezza giornata per visitare Ilha Deserta, Ilha de Culatra o Ilha do Farol, fare snorkeling nelle acque profonde magari con incluso un gustoso pranzo di pesce appena pescato a Culatra.

Tra le isole inserite nel parco, la prima che si incontra, è la Praia de Faro nella penisola di Ancão. Accessibile in auto, autobus o bicicletta attraversando uno stretto ponte che la collega con la terraferma, è la principale spiaggia della cittadina e indubbiamente anche la più affollata nei mesi estivi. Situata sul limite occidentale della Ria, la sua spiaggia si estende per 5 chilometri lungo l’intero litorale della Ilha de Faro (Isola di Faro), da cui si può godere di una privilegiata vista sulla città e su alcuni luoghi molto frequentati (come l’università o l’aeroporto internazionale).

Praia de Faro è abitata e vi si trovano numerosi ristoranti di cucina tipica del Portogallo e bar sulla spiaggia in cui assaporare deliziose specialità locali, nonché una vasta gamma di divertimenti soprattutto per gli amanti degli sport acquatici, tra cui jetski, vela canoa, windsurf e pesca. Nuotare in questo acque è un’esperienza “estrema”, poiché la temperatura è molto bassa anche durante i mesi estivi. Il comune di Faro comprende anche l’isola disabitata di Barreta o Ilha Deserta, a soli 20 minuti dal centro urbano e raggiungibile solamente in barca da giugno a settembre.

Il viaggio da Faro a Ilha Deserta in sé costituisce una meravigliosa opportunità per ammirare la bellezza della laguna e alcune specie di uccelli protette, mentre la sua lunghissima spiaggia, circa 10 chilometri, e le sue acque limpide regalano momenti di relax sotto il sole splendente o la possibilità di esplorare il mare aperto con il windsurf o con escursioni in barca e vela. L’isola di Culatra famosa per i suoi ristorantini sul porto con specialità di mare, è un piccolo borgo di pescatori dalle case tutte colorare che oggi offre un’ampia gamma di servizi e divertimenti.

Sull’isola di Culatra non circolano veicoli, per cui pace e tranquillità regnano sovrane per chi desidera riposare fino al tramonto sull’arenile inondato da un mare calmo e trasparente, perfetto per gli amanti dello snorkeling. Le sue bellissime spiagge si estendono verso la Ilha do Farol, un autentico paradiso, il cui arenile, pressoché deserto, è bagnato da un mare limpido e tranquillo. Se visitate il parco della Ria Formosa e i dintorni di Faro concedetevi una sosta in uno dei tanti ristorantini presenti su questo tratto di costa del Portogallo che propongono squisite ricette locali, in particolare le zuppe di pesce, una polentina con le vongole chiamata xarem, l’arroz de lingueirão, ovvero riso con cannolicchi o il brodo di vongole.

Tour di Faro e dintorni: il Portogallo selvaggio e bucolico