Tour dei musei di Vienna: il passato di una città millenaria

Cosa vedere a Vienna, vivace città europea sede di tanti musei e centri espositivi: viaggio tra storia, arte e natura nell'antica capitale dell’impero asburgico

Vienna, si trova nel nord-est dell’Austria, a soli 50 chilometri da Bratislava, la capitale della Slovacchia. Situata nel centro dell’Europa è attraversata dal Danubio, il fiume che con il suo corso di 2860 chilometri attraversa ben dieci Paesi dell’Europa. Considerata una delle città europee più vivibili, è ben collegata alle piste ciclabili che attraversano il Paese lungo il fiume.

Vienna ha una storia antichissima. Intorno al 100 d.C. i romani fondarono Vindobona lungo il corso del fiume Danubio. La posizione strategica e la vicinanza con la frontiera germanica hanno fatto sì che questo accampamento destinato ai soldati diventasse presto uno dei principali centri, prima militare e poi civile, dell’intera provincia romana. La città presenta ancora nel suo centro storico alcune caratteristiche dell’antica struttura e, nei pressi dell’Hofburg, è possibile vedere dei resti di mura romane. I reperti emersi durante gli scavi sono conservati al Römermuseum situato in Hoher Markt 3.

Divenuta capitale dell’impero nel 1438, la città di Vienna deve alla dominazione asburgica il grande sviluppo culturale e artistico che ebbe nel corso dei secoli. Il centro del potere politico è stato per lunghi anni il complesso di Hofburg. Ampliato nel corso di almeno sei secoli, il complesso comprende diversi edifici e giardini che variano dallo stile gotico, al barocco, dal rinascimentale al neoclassico. La sua facciata più nota è il Neue Burg, rivolta verso la Josefsplatz, dove si trova la statua di Giuseppe II, imperatore dal 1765 al 1790. Sede della corte imperiale, oggi ospita diversi musei; tra questi non mancate di visitare gli Appartamenti imperiali, il Museo delle argenterie di corte e il museo dedicato a Sissi, la bella imperatrice famosa in tutto il mondo.

In questo excursus imperiale non possono mancare la Biblioteca e la chiesa degli Agostiniani. Di incredibile bellezza, progettata dal genio di Johann Bernhard Fischer von Erlach, la Hofbibliothek ospita la biblioteca del principe Eugenio di Savoia. Osservate da stupendi affreschi sul soffitto e le numerose statue di ispirazione classica. La chiesa degli Agostiniani fu annessa al complesso e usata come chiesa di corte, qui fu celebrato il matrimonio tra Francesco Giuseppe e l’imperatrice Sissi. La chiesa è anche nota per la Herzgruft, la cripta in cui sono conservati in urne d’argento i cuori dei membri della casata asburgica.

Nel complesso si trova anche la Scuola di equitazione spagnola, l’unico luogo in cui si può assistere all’incredibile spettacolo dell’equitazione classica rinascimentale. Fondata nel 1572, è una scuola tradizionale per cavalli Lipizzani, una razza spagnola. Dal 2015 questa arte equestre è stata dichiarata patrimonio culturale immateriale dell’umanità dall’Unesco. Nella Sala Bianca è possibile assistere agli esercizi mattutini; i biglietti si acquistano al Besucherzentrum di Michaelerplatz 1. Se siete affascinati da questa vera e propria arte che, in armonia con la musica, rende il cavaliere un tutt’uno con il cavallo andate a godervi lo spettacolo. È possibile effettuare anche delle visite guidate o assistere agli spettacoli di gala.

Tappa obbligata per gli amanti dell’arte è il Kunsthistorisches Museum in Maria-Theresien-Platz. Costruito nel 1891 per le collezioni d’arte imperiali, questo museo è uno dei più belli di tutta Vienna. La Pinacoteca ospita opere di grandi artisti come Raffaello, Vermeer, o Rembrandt; inoltre, vi sono i capolavori di Dürer, del Tiziano e del Tintoretto e numerose collezioni dedicate come la Camera dell’Arte dell’imperatore Rodolfo II. Il Museo di storia dell’arte e le collezioni nella Neue Burg (Museo di Efeso, Camera della caccia e delle armature, Collezione di strumenti musicali storici) si possono visitare con un unico biglietto.

Di fronte, un edificio gemello ospita il Naturhistorisches Museum. Tra i molti reperti, il più famoso è la Venere di Willendorf, la statuetta paleolitica di 29500 anni ritrovata proprio in Austria. Oltre alle collezioni preistoriche, vi sono la Sala dei meteoriti con la collezione di meteoriti più grande del mondo, la Sala dei dinosauri e il Planetario digitale. Infine, dal tetto del Museo di Storia Naturale si gode di una vista unica sul centro storico di Vienna e sulla Ringstrasse.

A poca distanza si trova il MuseumsQuartier di Vienna. Chiamato anche semplicemente MQ è un grande complesso che all’arte barocca unisce una rivalorizzazione moderna. Qui sono ospitati numerosi musei, tra cui il Museum Moderner Kunst Stiftung Ludwig Wien conosciuto come MUMOK, il Museo di Architettura, la Galleria d’arte e il Leopold Museum che custodisce le opere di Rudolf Leopold, il celebre critico d’arte che collezionò più di 5000 pezzi.

Tour dei musei di Vienna: il passato di una città millenaria