Sulle strade del vino negli Stati Uniti

Le dieci destinazioni migliori in Nord America per gli itinerari tra vigneti e cantine

Quando si pensa a viaggi enogastronomici, normalmente si pensa all’Europa, da sempre considerata terra di grandi etichette e case vinicole. Ma stando alle ultime tendenze, anche il Nord America sta attirando un sempre maggior numero di turisti interessati alla varietà e alla bellezza dei vitigni come anche alla degustazione, e proprio per questo è stata creata una lista delle dieci destinazioni migliori e più gettonate in fatto di vigneti.

I nomi e i luoghi segnalati sono il risultato di una ricerca condotta su un campione di più di mille nordamericani. Dallo studio è anche emerso, fra l’altro, che circa il 48% degli intervistati aveva intenzione di visitare a breve i vigneti statunitensi e il 40% aveva organizzato una simile vacanza proprio questo autunno, prediligendo, nel 59% dei casi vini rossi, nel 43% vini bianchi e per il 12% vini rosè.

Napa Valley, California. È l’indiscussa capitale del vino statunitense e si è guadagnata questa reputazione grazie alle distese infinite dei suoi meravigliosi vigneti, immortalati anche nel film Sideways, e dalla bontà dei suoi vini, divenuti ormai noti a livello internazionale. Una valle che è sede di grandi e piccole cantine.

Sonoma, California. Grazie alle montagne che la proteggono dalle piogge eccessive e dal suo particolarissimo clima, l’ideale per la viticoltura, Sonoma, situata nelle immediate vicinanze della Napa Valley, nonostante abbia una produzione vitivinicola inferiore rispetto al resto della zona, è tuttavia molto molto ricercata per i suoi spettacolari panorami.

Willamette Valley, Oregon. L’Oregon produce molto meno vino rispetto alla California, ma si distingue per il suo Pinot Nero e altre varietà. In particolare Willamette Valley è una delle zone più importanti fra quelle produttrici di vini e raccoglie più di 200 aziende vinicole di interesse internazionale.

Yakima Valley, Washington. Nello Stato di Washington, la regione più antica per la produzione dei vini è la Yakima Valley, dove crescono molto vitigni fra cui lo chardonnay e lo shiraz e le cui uve sono alla base della maggior parte dei vini qui prodotti, anche se esistono tante altre varietà di uve e di frutta in genere.

Roseburg, Oregon. A sud di Willamette Valley c’è Roseburg una zona con un clima leggermente più caldo, situata nella Valle Umpqua, dove l’imponente scenario naturale è tutto cascate, boschi e fauna selvatica. La varietà più importante qui è il Pinot nero, ma delizioso è anche il Pinot grigio, il Riesling e lo Chardonnay, senza considerare che è possibile trovare e assaggiare una vasta gamma di altri vini altrettanto interessanti.

Okanagan Valley, British Columbia. Nell’Okanagan Valley non è invece difficile trovare un ottimo pinot nero e un merlot molto corposo, ma caratteristici di questa zona sono anche i vini dolci da dessert, da servire con ghiaccio, che è possibile trovare in una delle oltre 100 diverse cantine di questi luoghi, per altro conosciuti anche per i suoi frutteti e i sui chiari e freschi laghi.

Finger Lakes, New York. Il microclima della regione dei Finger Lakes, quella con maggior produzione vitivinicola dello Stato di New York, offre le condizioni ideali per la coltivazione di una vasta gamma di vitigni tanto è vero che proprio da qui, da questa tranquilla cornice di verdi colline provengono alcuni dei più premiati vini e spumanti.

Traverse City, Michigan. La maggior parte delle uve del Michigan vengono coltivate vicino alle rive del lago omonimo, nella zona di Traverse City, un’area il cui clima unico rende possibile la coltivazione di un vino che sta diventato sempre più importante e che sta contribuendo a rendere l’intera regione interessante da un punto di vista vitivinicolo all’interno dell’aerea del Midwest. In particolare, le etichette più importanti sono il Baco noir e il Cabernet Franc, accanto ad altri che sono prodotti nella Michigan Wine Country, insieme a vini di frutta e vini più rari.

North Fork, Long Island, N.Y. Con i suoi 4.000 ettari di vigneti, Long Island Wine Country sta guadagnando una maggiore attenzione per i suoi vini e la sua atmosfera intima. North Fork, sul lato orientale di Long Island, non è solo la zona produttrice di alcuni celebri vini locali, ma anche di eccellenti frutti di mare freschi e prodotti locali.

Oak Grove, Virginia. Lo Stato della Virginia ha una ricca storia di produzioni vitivinicole che risale al Monticello di Jefferson del 1770, e proprio l’Oak Grove, a Nord, è la patria di una delle cantine della Virginia più grande e più antica

Sulle strade del vino negli Stati Uniti