Sofia: guida alla visita della città più bella della Bulgaria

Tutte le informazioni utili per un viaggio a Sofia, la Capitale della Bulgaria

Sofia è la Capitale della Bulgaria, ma in pochi sanno che è la terza città più antica d’Europa, dopo Atene e Roma. Fu fondata nel VII secolo a.C. dalle tribù della Tracia e il suo nome era Serdica. Dopo aver subìto diverse conquiste, nel 1879 fu liberata dai russi e divenne capitale della Bulgaria.

Il periodo migliore per visitare Sofia è la tarda primavera, tra maggio e giugno, con le sue temperature miti, in quanto le estati sono molto calde e gli inverni freddi e spesso nevosi.

Di seguito una guida alle 5 maggiori attrattive della città.

5. Viale Vitosha
Non si può andare a Sofia e non fare una passeggiata per Viale Vitosha, che inizia nel centro storico e finisce in uno dei parchi più belli della città, Yuzhen Park (Parco del Sud), meta preferita dei sofioti per trascorrervi le domeniche. Il viale è ricco di negozi dove fare shopping, bar, ristoranti, e vi si trova anche il Palazzo Nazionale della Cultura (NDK), dove si svolgono conferenze e concerti.

4. Chiesa Russa di San Nicola
La Chiesa Russa di San Nicola fu eretta nel 1914 nello stile architettonico russo tipico del Seicento e i visitatori rimangono ogni volta affascinati dai suoi bulbi verdi e oro. Gli esterni sono variopinti e ricchi di decorazioni. Si dice che, se si scende nei sotterranei per scrivere i propri desideri, questi si avvereranno.

3. Chiesa di Boyana
La chiesa di Boyana è un altro gioiello della città e sorge sulle pendici del monte Vitosha. I suoi interni sono interamente ricoperti da una serie di affreschi dipinti a partire dal 1259, e rappresentano un importante esempio di arte medievale dell’Europa orientale. Dal 1979, la chiesa è entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

2. Monte Vitosha
Se si ha un giorno in più a disposizione, è quasi d’obbligo fare un salto a Monte Vitosha, ad appena 8 km dalla città e facilmente raggiungibile con i mezzi. D’inverno si trasforma in una frequentata pista sciistica, mentre d’estate viene aperta al pubblico una seggiovia che permette di apprezzare uno splendido panorama.

1. Cattedrale di Alexander Nevski
La Cattedrale di Alexander Nevski è l’edificio più rappresentativo di Sofia, e importante chiesa ortodossa. Fu costruita tra il 1882 e il 1912 e originariamente dedicata ai Santi Cirillo e Metodio, ma nel 1924 divenne monumento commemorativo ai 200.000 soldati russi che persero la vita durante la guerra per l’indipendenza della Bulgaria.
Una parte della cattedrale è caratterizzata da un museo di icone provenienti da tutto il Paese ed è visitabile gratuitamente.

 

Sofia: guida alla visita della città più bella della Bulgaria