Quando andare a Cuba: mare e cultura per tutte le stagioni

Se siete indecisi sul periodo per andare a Cuba, ecco alcune informazioni sul clima dell’isola e il calendario degli eventi per programmare la vostra vacanza

Cuba è la maggiore delle isole del mar dei Caraibi anche se, ad essere precisi, dovremmo parlare di un arcipelago vero e proprio costituito da quasi 1.600 isolotti che circondano quella principale. Negli ultimi anni, il notevole miglioramento nel settore turistico ha portato a una crescita del settore alberghiero e ricettivo, trasformando Cuba in una delle mete più visitate dal turismo internazionale nella regione caraibica.

Una grande particolarità del clima di Cuba è dovuta alla singolare forma allungata dell’isola, che si sviluppa quasi completamente sull’asse longitudinale rendendo sostanzialmente irrilevante lo scarto fra le estremità a nord e a sud e garantendo una fascia uniforme dal punto di vista climatico. Cuba si trova in una zona di clima tropicale in cui l’anno è scandito da due stagioni principali: la stagione umida che va da maggio a ottobre e la stagione secca durante il periodo invernale tra novembre e aprile.

La temperatura media di Cuba oscilla tra i 20°C durante la stagione invernale e i 30° di quella estiva, con il soffio costante dei venti alisei, provenienti dall’Oceano Atlantico, che spirano da est verso ovest. La temperatura dell’acqua del mar dei Caraibi si assesta, invece, su valori attorno ai 26°C durante la stagione invernale per raggiungere i 28/30°C in quella estiva, grazie alla funzione stabilizzatrice della corrente che arriva dal Golfo del Messico.

Tra i mesi di settembre e di ottobre si concentra buona parte delle precipitazioni di tutto l’anno ed è il periodo durante il quale si generano più facilmente potenti uragani, capaci di portare distruzione e allagamenti soprattutto nella regione orientale di Cuba che è la zona dell’isola più esposta a questo genere di eventi.

Alla luce di queste condizioni climatiche il periodo migliore per andare a Cuba è quello che va da fine novembre ad aprile, quando le temperature sono più che accettabili e il rischio di brutto tempo è minimo o assente. Inoltre, in questo periodo manca anche l’afa che spesso si può incontrare nel cuore della stagione estiva.

Dal punto di vista culturale o per partecipare alle feste più suggestive e interessanti di Cuba potete seguire questo calendario che proponiamo, con gli eventi più importanti a seconda dei periodi dell’anno.

Da gennaio a marzo:
Il 1° gennaio, oltre ai festeggiamenti per il capodanno che si protraggono fino all’alba, si celebrano le due date delle liberazioni di Cuba: quella del 1899 quando gli Spagnoli abbandonarono l’isola e la rivoluzione del 1959 quando i “barbudos” – ovvero Che Guevara e Fidel Castro – conquistarono Santa Clara e il dittatore Fulgencio Batista fuggì verso la Repubblica Dominicana.

In febbraio nella Fortaleza de San Carlos a l’Avana si svolge il Festival Internazionale del Libro, un appuntamento di grande rilevanza culturale che vede l’arrivo di scrittori provenienti da tutto il Sudamerica per partecipare al prestigioso premio Casa de las Americas.

In marzo si può partecipare alle celebrazioni ufficiali della Giornata internazionale della donna (l’8 marzo) e a quelle della giornata in memoria dell’attacco del palazzo presidenziale contro Batista del 1957. Altrimenti potrete raggiungere Nueva Gerona dove a fine mese si tiene la Fiesta de la Toronjia, la festa per il raccolto dei pompelmi dove si può assaggiare il liquore guachi appena distillato.

Da Aprile a Giugno:

La prima settimana di aprile a Baracoa si svolge la Semana de la Cultura Baracoesa, un importante evento che celebra le tradizioni culinarie e musicali con danze folkloristiche di questa regione di Cuba.
Nella seconda metà di aprile, a Gibara, si tiene ogni anno il Festival Internacional del Cine Pobre, una rassegna cinematografica piccola solo nel budget di produzione dei film presentati, ma capace di proporre una selezione di pellicole indipendenti di grande valore.
Il 1° maggio, in tutta Cuba si festeggia la Giornata internazionale dei lavoratori con una grande festa popolare a l’Avana in plaza de la Revolucion dove assisterete a grandi parate che si alternano a discorsi solenni.
A fine giugno si svolge a Las Tunas la Jornada Cucalambeana dedicata alla musica popolare, una festa variopinta e suggestiva da tenere in considerazione al momento di decidere quando andare a Cuba.

Da Luglio a Settembre:
Il 26 luglio cade el Dia de la Rebeldia Nacional, che commemora l’assalto alla prigione Moncada, uno dei momenti più importanti dell’inizio della Rivoluzione nel 1953. In questa occasione si può assistere ai discorsi ufficiali in plaza de la Revolucion per poi unirsi ai festeggiamenti in giro per le strade della capitale.
Gli ultimi giorni di luglio sono l’occasione per divertirsi al Carneval de Santiago de Cuba, il più grande carnevale di tutti i Caraibi, dove una folla festante avvolge la carovana di carri per tutta la città di Santiago.

Da Ottobre a Dicembre:
L’8 ottobre è el Dia del Guerrillero heroico, che ricorda la data in cui Che Guevara è stato assassinato in Bolivia ed è particolarmente sentita a Santa Clara de Cuba dove si trova il suo mausoleo.

A Novembre, a Cuba si tengono due importanti festival culturali: la Fiesta de los bandos rojo y azul, una delle più importanti feste della cultura campesina cubana nella provincia di Ciego de Avila, e il celebre Festival Internazionale del Jazz de La Habana, capace di riempire tutti i teatri della città.

A dicembre troverete il più grande festival culturale di Cuba, il Festival Internacional del nuevo Cine Latinoamericano, una rassegna cinematografica di prestigio che attira ogni anno cineasti da tutto il mondo e un gran numero di appassionati di cinema. Il 24 dicembre, infine, in numerose città cubane iniziano i festeggiamenti per la vigilia di Natale con coloratissimi carri e fuochi d’artificio di ogni tipologia che animano le strade e le piazze fino a notte fonda.

Quando andare a Cuba: mare e cultura per tutte le stagioni