Monte Amiata, cosa vedere ed escursioni

Tutte le informazioni per realizzare un itinerario nei pressi del Monte Amiata, in Toscana

Il Monte Amiata è un massiccio dell’Appennino toscano, compreso nelle province di Siena e Grosseto, nella Toscana meridionale. Si tratta di un vulcano ormai spento, ricco di vegetazione, laghetti e zone ideali per fare molte escursioni e passeggiate alla scoperta di questo territorio, sia a piedi che a cavallo. L’ultima eruzione risale a più di cinquecentomila anni fa. Grazie alla sua natura vulcanica, la zona è ricca di sorgenti termali, alcune libere dove si può passare una giornata in totale relax.

Quest’area è ricca di castelli medievali, come quello di Arcidosso, in provincia di Grosseto. Oltre al castello in questo borgo si possono visitare la Chiesa di San Nicolò, la più antica, che conserva una pregiata acquasantiera intagliata a mano del 1600. Un altro edificio storico da visitare è l’Abbazia di Sant’Antimo, un complesso nei pressi del Comune di Montalcino, zona celebre per la produzione del famoso vino rosso. Altro sito interessante è quello dove è stata costruita nel ‘500 la Villa Sforzesca dal Cardinale Alessandro Sforza, come sua residenza estiva. L’edificio ha una pianta rettangolare ed è in stile tipico rinascimentale.

Nel Fosso Bianco delle Terme di San Filippo, nei pressi del Monte Amiata, ci sono pozze dove è possibile fare il bagno liberamente e durante tutto l’anno, vista la temperatura molto calda dell’acqua. Le acque sono di tipo sulfureo e possiedono numerose proprietà curative per le patologie a carico dell’epidermide e dell’apparato respiratorio. Una parte delle terme ha accesso libero, mentre una parte è stata inclusa nello stabilimento termale principale. La zona è un susseguirsi di hotel attrezzati a questo scopo.

Il Monte Amiata ha una storia ricca di tradizione soprattutto per quello che riguarda le sagre. A giugno è celebrata la festa popolare delle arti e dei mestieri dove vengono messe in scena rappresentazioni in abiti d’epoca. Una sagra più moderna è invece quella che si svolge a luglio nel borgo di Roccalbegna, ricca di stand gastronomici dedicati allo gnocco e alla birra. Altra sagra in costume medievale, è quella del Palio delle Sante, che termina con una gara di tiro con l’arco, davvero molto caratteristica.
Una manifestazione molto particolare che merita di essere vista durante un soggiorno nel territorio del Monte Amiata è quella che si svolge ad agosto a Piancastagnaio in provincia di Siena. Tutti gli abitanti allestiscono un tappeto di fiori lungo 200 metri, costruiti con segatura colorata e raffigurante scene religiose.

Monte Amiata, cosa vedere ed escursioni