Milano segreta: 5 cose da vedere nella città meneghina

Milano non è solo il Duomo e il Castello: sono tantissimi i luoghi della Milano segreta da scoprire

Milano è stata una città fortemente legata al Ventennio e al Duce, tanto che aguzzando la vista ancora oggi è possibile scorgere numerose effigi del dittatore in diverse parti della città. Quelle più curiose si trovano tra le sculture del Duomo e quasi nessuno sembra farci caso, ma anche nella Stazione Centrale della città, nei pressi del binario 20, si trova un dipinto che lo raffigura anche se, per cause facilmente comprensibili, il suo volto è stato quasi completamente rimosso.

In uno dei monumenti più conosciuti di Milano si trova un dettaglio ai più sconosciuto, una chicca della Milano segreta. Procedendo verso il Duomo da Piazza della Scala, infatti, nella galleria di sinistra si trova un mosaico in apparenza come gli altri ma, a ben guardare, mostra una particolarità. Il toro in questione, infatti, risulta essere consumato sui genitali perché un’antica leggenda vuole che girare per tre volte col tacco sulle “palle del toro” porti fortuna.

A poca distanza dal Duomo di Milano e dai Navigli si trova il vero gioiello della Milano segreta. La chiesa di San Bernardino alle Ossa è un piccolo capolavoro d’arte dalle sfumature macabre. Sulle sue pareti, infatti, si trovano centinaia di migliaia di ossa umane: tradizione vuole che siano scheletri e teschi appartenuti ai martiri del passato ma, secondo la scienza, sarebbero semplicemente i resti del lebbrosario che nel Medioevo si trovava nei pressi di questa chiesa.

C’è un dettaglio, in una delle piazze più conosciute di Milano, che sfugge ai meno attenti. Su un lampione di Piazza della Repubblica, infatti, si può tutt’oggi ammirare un foro che lo trapassa da parte a parte: è la testimonianza di quanto avvenne in città nell’agosto del 1943, l’episodio che spinse l’Italia alla firma dell’Armistizio. La scheggia di una bomba colpì questo lampione mai rimosso che oggi può essere considerato un vero e proprio monumento della Milano segreta tanto che nessuno, o quasi, sembra saperlo.

La chiesa di San Satiro è una delle testimonianze più forti di come la realtà aumentata sia utilizzata dagli artisti già da diversi secoli. Questo piccolo luogo di culto nel cuore di Milano, infatti, presenta una suggestione visiva molto interessante per gli appassionati di architettura, giacché grazie all’utilizzo sapiente degli elementi architettonici e della pittura, l’autore riesce a creare una profondità tale che uno spazio non più lungo di 90 cm sembra avere una profondità di circa 9 metri.

 

Immagini: Depositphotos

Milano segreta: 5 cose da vedere nella città meneghina