Il cantone di Berna: dalla capitale svizzera alle sue montagne

Basta uscire dalla capitale della svizzera per immergersi nel fascino di alte montagne, boschi e laghi mozzafiato: andiamo alla scoperta del cantone bernese.

Il cantone di Berna è un territorio molto vasto e al suo interno è possibile trovare tutti i paesaggi che hanno reso la Svizzera così popolare tra pittori e artisti attratti da valli pittoresche, laghi color smeraldo e montagne avvolte dalle nebbie. Dalla capitale svizzera allo Jungfrau, scopriamo insieme cosa vedere nel cantone bernese.

Berna: tutto il fascino di una città tranquilla
Meno moderna di Zurigo o chic di Ginevra, Berna è una città capace di conquistare i suoi visitatori grazie agli edifici medievali che si affacciano su chilometri di portici. Qui troverete fontane dove giganti divorano i bambini e cattedrali dall’altezza vertiginosa, ma anche locali alternativi e ristoranti per scoprire la cucina d’eccellenza della capitale svizzera. Camminate lungo le vie del centro storico alla scoperta della Torre dell’Orologio con le sue figure che si animano con lo scoccare di ogni ora e non perdetevi una visita alla casa di Albert Einstain, che proprio a Berna elaborò la sua celebre teoria della relatività. Se amate le passeggiate all’aria aperta, Berna vi offre il meraviglioso giardino delle Rose in cui passeggiare senza fretta e scattare bellissime foto del centro storico della capitale svizzera. E se piove, il Zentrum Paul Klee è pronto ad accogliervi tra le sue “onde” per mostrarvi il fascino dell’arte moderna e di mille mostre ed attività che sapranno coinvolgere anche i bambini.

Interlaken, suggestioni da cartolina
A poco meno di un’ora di treno dalla capitale svizzera, Interlaken è un posto magico incastonato tra due laghi e pronto ad accogliervi con i suoi grandi alberghi che tanto affascinarono i viaggiatori dell’Inghilterra vittoriana. Oggi la cittadina è diventata la base per praticare sport o tantissime escursioni organizzate nei dintorni e vi permetterà di scattare foto magnifiche delle cime dell’Eiger, del Mönch e della Jungfrau. Da Interlaken partono, inoltre, oltre 45 tra ferrovie di montagna, seggiovie e funivie per di raggiungere sentieri perfetti per gli amanti dell’escursionismo e piste da sci.
Fate una passeggiata lungo la Höheweg – la via che collega le due stazioni ferroviarie di Interlaken West e Ost – dove troverete non solo alberghi e ristoranti, ma anche giardini fioriti (come quello giapponese) e una vista davvero unica sulla Jungfrau. E se volete fare un’escursione in giornata, vi consigliamo di salire sull’altipiano di Schynige tramite il treno a cremagliera per ammirare l’Alpengarten, il giardino alpino in cui sono presenti oltre 600 tipi di piante.

Thun, castelli e palazzi in riva al lago
Se arrivate dalla capitale svizzera in treno preparate la macchina fotografica perché il vostro primo incontro con il lago di Thun (Thunersee) è destinato a lasciarvi senza parole quando tra placide mucche al pascolo e paesini da cartolina compariranno le acque cristalline nelle quali si riflettono le montagne. La principale attrattiva di Thun è il suo fiabesco castello del XII secolo che con gli impressionanti tetti rossi saprà conquistarvi, mentre dalle sue torri si può godere di una vista indimenticabile sulla cittadina e sull’intero lago. Altrettanto affascinante è anche il suo centro storico che si estende tra il fiume Aar e la Obere Hauptgasse, una via acciottolata che come nel caso di Berna, è fiancheggiata da case colorate e porticati sotto i quali trovare negozi e locali di tutti i tipi. Direttamente sul lago è il castello di Schadau circondato da un grande giardino all’inglese e all’interno del quale si trova anche il Museo svizzero della gastronomia.

Sospesi nel tempo a Brienz, relax sul lago
A un’ora e mezza circa dalla capitale svizzera, trovate Brienz, un borgo tranquillo che si affaccia sulle acque dall’incredibile color turchese del lago omonimo. Adattatevi alla dolce tranquillità del luogo e passeggiate senza fretta sulla via pedonale del lungolago dove tra spazi verdi, aree gioco e pontili non mancherà nei mesi estivi anche l’occasione per concedervi un bel bagno rinfrescante. Nella zona si producono ancora molti oggetti in legno e non mancano, perciò, i laboratori aperti al pubblico che vi permetteranno di curiosare tra statuine, carillon e artigiani al lavoro. Spingetevi fino a Brunngasse, un vicolo acciottolato dove molti degli chalet che lo costeggiano risalgono ancora al XVIII secolo e sono impreziositi da sculture in legno oltre che da vere e proprie cascate di fiori. Da Brienz parte anche la Rothorn Bahn, la ferrovia a vapore che vi condurrà ai 2.350 m slm del Rothorn e che nel 2017 festeggia i suoi primi 125 anni di attività.

Sullo Jungfrau, nella stazione più alta d’Europa
Altra escursione che vale la pena effettuare dalla capitale svizzera – o, meglio ancora, facendo tappa per una notte a Interlaken – è il trenino rosso della Jungfraubahn che vi porterà verso i 3.454 metri sml che corrispondono alla stazione ferroviaria più alta d’Europa. Da Kleine Scheidegg, una ripida galleria di 7 chilometri porta il treno a cremagliera verso lo Jungfraujoch con due soste che vi permetteranno di fotografare i ghiacciai della parete nord dell’Eiger. Ricordate di vestirvi con abiti pesanti perché una volta in cima sarete circondati solo da neve e ghiaccio, ma ne varrà la pena perché dalle piattaforme panoramiche come la Sphinx la vista sul ghiacciaio dell’Aletsch vi lascerà senza parole. Se viaggiate con i bambini, non perdetevi l’Eispalast, il palazzo dove le sculture di ghiaccio sembrano sul punto di prendere vita.

Wengen e Gstaad: dedicate agli amanti dello sci (e non solo)
Se uscendo dalla capitale svizzera volete dedicare qualche giorno alla montagna, non perdetevi due perle: Wengen e Gstaad. La prima può essere raggiunta solo in treno perché le macchine non possono circolare all’interno del paese e vi regalerà scorci unici tra romantici chalet, mucche al pascolo e paesaggi da cartolina. In inverno, Wengen è conosciuta anche per i suoi 110 chilometri di piste da sci con discese soprattutto medio-facili e adatte per tutta la famiglia (ma anche per una prova di discesa di coppa del mondo di velocità).
Gstaad è gemellata con Cannes e questo da solo dovrebbe farvi capire che si tratta di una località un po’ chic dove trovare negozi di alta moda e grandi ristoranti. Se volete fare sport, però, niente paura perché Gstaad vi offre alcune piste facili (quelle più impegnative sono nel comprensorio di Gstaad Mountain Rides) per lo sci e tanti sentieri per l’escursionismo durante l’estate.

Il cantone di Berna: dalla capitale svizzera alle sue montagne