Cosa vedere a Praga, tra i misteri della città vecchia e il ghetto

Dieci cose da vedere nel centro di Praga, la perla dell’Europa dell’est: alla scoperta della città vecchia e del ghetto ebraico di Josefov.

Praga, città da favola, è la più bella capitale dell’Europa dell’est, ricca di fascino e di storia ed è fra le mete turistiche più ambite e amate dai viaggiatori di tutto il mondo. I suoi monumenti di straordinaria bellezza, le chiese gotiche, i palazzi medioevali e i giardini barocchi fanno di Praga un luogo antico e misterioso dove si intrecciano realtà, storia e leggenda.

La città di Praga, attraversata dal fiume Moldava, grazie alle diverse correnti artistiche che si sono succedute nel tempo e al suo importante passato storico, dal Sacro Romano Impero all’epoca asburgica fino all’influenza sovietica, oggi ci regala un’affascinante combinazione di antico e modernità e una varietà di luoghi da scoprire.

La Città Vecchia, Staré Mesto, è il cuore storico di Praga. La zona più antica della città nata dai primi insediamenti dei boemi nell’XI secolo sulla riva destra del fiume Moldava. Un pittoresco labirinto di vicoli e viuzze medioevali che circondano la piazza della Città Vecchia, da sempre punto di ritrovo per i praghesi e i turisti, su cui si affacciano la meravigliosa chiesa di Santa Maria di Tyn e il Vecchio Municipio con la sua torre e il bellissimo orologio astronomico, uno dei più antichi al mondo, divenuto ormai un simbolo della capitale ceca. Ogni giorno allo scoccare dell’ora, folle di turisti attendono il Corteo dei 12 Apostoli, un rituale affascinante e imperdibile per chiunque visiti Praga.

A dominare la piazza vecchia sono senza dubbio le guglie gotiche della chiesa di Santa Maria di Tyn, la chiesa più misteriosa di Praga, un maestoso edificio che si può ammirare solo da una considerevole distanza. All’interno, è possibile apprezzare il patrimonio artistico di opere, tra gotico, rinascimento e barocco, le più interessanti delle quali sono senz’altro le pale d’altare di Karel Škréta. Dietro la chiesa, invece, si trova il cortile di Tyn, che ospita edifici in diversi stili architettonici.

A spasso per Praga tra i misteri della città vecchia, sorge anche la Casa Municipale, un edificio in stile liberty che oggi ospita un centro culturale con sale concerti, sedi espositive, ristoranti e caffetterie. L’esterno di questo elegantissimo edificio è abbellito con stucchi e statue allegoriche, mentre l’interno è stato decorato da importanti artisti e scultori. È il luogo perfetto per vivere la Praga più moderna, godersi uno spettacolo o concedersi uno spuntino gourmet o una sontuosa cena.

In direzione del fiume si scorge il celebre Ponte Carlo, che unisce la Città Vecchia al Piccolo Quartiere. Il ponte più antico e famoso della capitale ceca, realizzato in stile gotico, è una delle principali attrazioni turistiche di Praga. Sempre affollato, non solo dai turisti ma anche da artisti e musicisti locali, ospita ambulanti e bancarelle presso cui potrete acquistare originali souvenir della città. Il momento migliore per una passeggiata lungo il ponte è senz’altro al tramonto, quando si può ammirare in tutto il suo splendore il Castello di Praga.

A spasso per Praga tra i misteri della città vecchia, una meta obbligatoria è proprio il Castello. Potrete perdere un’intera giornata a visitare palazzi storici, fortificazioni, giardini e altri luoghi pittoreschi, in un’atmosfera magica che vi riporterà indietro nei secoli. Il Castello di Praga, considerato una delle attrazioni turistiche più visitate del Paese – un tempo sede dei sovrani boemi, oggi residenza del Presidente della Repubblica – è un vasto complesso di edifici, che si estende su una superficie di 45 ettari.

Non lontano dalla bellissima piazza della Città Vecchia si trova il quartiere ebraico di Josefov. Uno dei luoghi più commoventi e suggestivi di Praga è sicuramente la Sinagoga Pinkas, oggi trasformata in monumento e dedicata ai quasi ottantamila ebrei vittime dell’Olocausto. All’interno si può visitare il Museo dei Bambini di Terezin, dove si conservano disegni e poesie delle vittime delle deportazioni. Da qui si possono raggiungere l’antico e silenzioso cimitero ebraico che ospita oltre dodicimila tombe e la Sinagoga Klausen, che accoglie una mostra di oggetti, manoscritti e stampe sulla vita e le festività ebraiche.

A spasso per Praga tra i misteri della città vecchia e il ghetto ebraico non può mancare una visita alla splendida Sinagoga Vecchia-Nuova, la più antica d’Europa, che ancora oggi viene utilizzata per celebrare cerimonie religiose e al Vecchio Municipio Ebraico, con il suo orologio le cui lancette girano in senso antiorario, secondo l’alfabeto ebraico, che si legge da destra verso sinistra. Nelle vicinanze, inoltre, si trovano la Sinagoga Maisel e la Sinagoga Spagnola, dallo stile moresco, che crea un piacevole contrasto con ciò che la circonda, grazie alle sue vetrate colorate e alla cupola dorata. Assolutamente da non perdere.

Oltre il centro storico c’è ancora tanto da vedere: una città moderna e altrettanto interessante. Noi abbiamo scelto due spazi: la Casa danzante e il DOX.  La prima è uno straordinario edifico dedicato alla coppia di ballerini formata da Ginger Rogers e Fred Astaire. Nata dal genio creativo di due illustri architetti, Vlado Milunić e Frank Gehry, tra il 1992 e il 1996, la casa è formata da due palazzi che sembrano una coppia di danzatori. Nel quartiere di Holešovice, il DOX di Praga, è tempio dell’arte contemporanea. Una ex fabbrica di inizio Novecento, che grazie al lavoro di geniali architetti oggi si è trasformata in uno spazio polifunzionale dedicato alla presentazione dell’arte, dell’architettura e del design ceco e internazionale.

Cosa vedere a Praga, tra i misteri della città vecchia e il ghet...