Cosa vedere a Nizza, il cuore della Costa Azzurra

Qualche suggerimento su cosa vedere a Nizza, cuore pulsante della Costa Azzurra, tra i musei d’arte, il romantico lungomare e l’elegante centro storico.

Nizza è uno dei centri turistici più importanti della Francia e a buon titolo il cuore della Costa Azzurra; visitata ogni anno da quasi 4 milioni di turisti, è una meta imperdibile di una vacanza nel sud della Francia. In questa guida scopriremo alcune delle sue migliori attrazioni.

Figlia di una storia che affonda le radici nella preistoria, Nizza è da sempre una delle città più importanti nei rapporti tra nord e sud del Mediterraneo e questa posizione particolare ha reso il suo nucleo urbano una continua stratificazione di culture e storie. Annessa alla Francia solo nel 1860 – la città e l’intera provincia erano infatti parte del regno sabaudo fin dal 1388 – Nizza è diventata un rinomato centro turistico e di villeggiatura visitato da persone di tutto il mondo.

Per scoprire Nizza cominciamo l’itinerario dalla sua più famosa attrazione, la Promenade des Anglais, il lunghissimo lungomare che costeggia la spiaggia di fronte alla città. Una bella passeggiata sulla Promenade è il modo migliore per immergersi nell’atmosfera della Costa Azzurra, ammirando gli eleganti palazzi in stile liberty e godendosi la brezza marina seduti sulle famose sedie blu che accompagnano tutta la lunghezza della spiaggia. Il lungomare è anche la sede dei più importanti eventi pubblici di Nizza come il grandioso carnevale e la suggestiva battaglia dei fiori.

Per osservare le tracce della tradizione italiana a Nizza dirigetevi a Place de la Masséna, che conserva ancora un aspetto “torinese” dovuto alla ristrutturazione effettuata nel 1815 al ritorno nel Regno di Sardegna. Al centro della piazza oggi si trova l’interessante gruppo statuario la Conversazione di Jaume Plensa dedicato ai sette continenti e la grande ed elegante fontana. Cogliete l’occasione per fare una sosta nei numerosi locali e negozi che popolano questa zona della città per poi dirigervi verso il porto dove troverete le piccole barche dei pescatori nizzardi e spesso un variopinto mercatino delle pulci.

Se volete scoprire il lato artistico della città è il momento di visitare dapprima il Museo di Belle Arti Jules Cheret, che conserva molte opere della fine del XVII secolo a tutto l’Ottocento e poi i due musei dedicati a Marc Chagall e Henri Matisse. Il Museo Chagall raccoglie le opere del Message Biblique che il grande artista donò allo Stato francese e rappresentano una profonda riflessione sul testo biblico mentre il Museo Matisse di Nizza conserva una grande collezione di opere che ripercorrono l’intera vicenda artistica di Matisse tra cui la potente ultima stagione delle profonde e immense tele blu.

Per conoscere la storia più antica di Nizza dovrete raggiungere la collina di Cimiez, dove si trovano il sito archeologico di Cemenelum e il Museo archeologico di Nizza. Questi due centri archeologici vi permetteranno di approfondire la fase romana della storia di Nizza, che ha visto la bella città Cemenelum arricchirsi di terme ed eleganti ville in contrasto con il nucleo urbano di Nikaia situato sulla costa. Prima di scendere nuovamente verso il lungomare fate una rapida visita al monastero francescano dove tra suggestive architetture del XVII secolo troverete la tomba di Henri Matisse, sepolto tra gli ulivi del cimitero del monastero.

Tornando verso il lungomare fermatevi a visitare Place Garibaldi, che celebra il luogo natale del nostro “eroe dei due mondi” con una grande statua di bronzo; nelle vicinanze troverete anche la chiesa di Saint-Martin-Saint-Augustin dove il piccolo Giuseppe Garibaldi venne battezzato nel 1807.

Dopo un pranzo “vista mare” in uno dei numerosi ristoranti che si trovano vicino alla Promenade, dedicate qualche ora alla visita della Città Vecchia, partendo dall’elegante cours Saleya, dove viene svolto regolarmente il coloratissimo mercato dei fiori, per arrivare alla spettacolare chapelle de la Miséricorde, progettata in splendido stile barocco dall’architetto torinese Bernardo Antonio Vittone nel 1747. Questa chiesa dalla pianta ellittica è uno dei gioielli del barocco nizzardo e al suo interno si possono ammirare molte interessanti opere della tradizione religiosa di Nizza e della regione.

A poca distanza, un’altra chiesa che non si può perdere è la chiesa di St. Jaques, una magnifica costruzione ispirata alla chiesa del Gesù di Roma decorata con una incredibile quantità di stucchi, dorature e statue di angeli. Già che siete nella zona visitate anche il Palazzo Lascaris, una residenza nobiliare fatta costruire nel 1600 da un ricco aristocratico genovese di famiglia bizantina che rappresenta uno dei momenti più alti della storia artistica e architettonica di età moderna. Il palazzo è un trionfo di decorazioni e il suo massiccio scalone vi stupirà per la sua eleganza mentre verrete accompagnati nel salone principale dove si trovano molti arazzi realizzati su cartoni preparatori dell’artista olandese Rubens.

Per assaporare l’atmosfera della Nizza più autentica passate per la piazza St. Francois, dove si trova il mercato ittico cittadino. Qui, tra i banconi del pesce, vedrete gli abitanti di Nizza e i ristoratori che cercano i prodotti migliori per le loro tavole e potrete comprare il miglior pesce azzurro della regione. Una curiosità di questa piazza è che in una delle facciate delle case che circondano l’area si può ancora vedere una palla di cannone conficcata nel muro, testimonianza dell’assedio nel quale i Turchi strinsero la città nel 1543.

Per concludere questo itinerario per le strade di Nizza, dirigetevi verso lo Chateu, le antiche rovine del castello a difesa della città, posto sulla collina a est del centro storico. Nel meraviglioso parco attorno al castello troverete una rigogliosa vegetazione e una suggestiva cascata che rendono molto romantico questo parco cittadino dal quale potrete accedere alla torre Bellenda che vi condurrà sulla terrazza panoramica. Da questo punto della collina potrete godere di una meravigliosa vista su tutto il centro storico della città che al tramonto si tinge di colori spettacolari e concludere così la vostra passeggiata nel cuore della Costa Azzurra.

Cosa vedere a Nizza, il cuore della Costa Azzurra