Cosa vedere a Mykonos, l’isola dei mulini e del divertimento

Mykonos è un’isola tutta da vedere, con mulini a vento, paesini bianchi e spiagge bellissime, ma dove i locali in cui divertirsi fino al mattino non mancano.

L’isola di Mykonos è una delle più frequentate delle Cicladi e, soprattutto se arrivate in aereo, vi sorprenderà per il suo aspetto brullo dove dominano il blu del mare e le sfumature di marrone della terra interrotti solo dal bianco dei piccoli villaggi. Mykonos è una meta turistica molto popolare quindi se volete un po’ di relax la soluzione è quella di visitarla in bassa stagione (giugno o settembre) quando le strette viuzze del suo centro storico sono meno prese d’assalto. Ecco le cose da non perdere a Mykonos e dintorni…

Cominciate la vostra visita di Mykonos dal suo capoluogo, Chora, che vi conquisterà con le sue strette stradine contorte sulle quali si affacciano case di un bianco abbagliante abbellite da ringhiere blu e fiori di mille colori su balconi e porticati. Il quartiere più famoso di Mykonos è sicuramente Little Venice con le case costruite a filo d’acqua che un tempo appartenevano a ricchi mercanti e armatori. Oggi la zona è popolata da caffè e ristoranti per mangiare a pochi passi dalle onde e non mancano le gallerie d’arte e i negozi più alla moda.

Nell’area del porto, invece, trovate la singolare chiesa di Paraportiani, che comprende elementi di cinque edifici religiosi precedenti “inglobati” da quest’ultima, e la piazza dedicata all’eroina greca Manto Mavrogenous, circondata da bar in cui aspettare il tramonto. Una visita a Mykonos non può definirsi completa, però, senza arrivare ai celebri anemomili, ovvero i mulini a vento schierati su un’altura che offre meravigliose vedute sulla città.

Se avete fame allora il capoluogo di Mykonos è il punto giusto per voi perché lungo le sue stradine non mancano ristoranti e taverne di tutti i tipi. A cominciare dalla taverna di Niko dove la cucina greca tradizionale attira numerosi turisti così la presenza del pellicano erede del famosissimo Petros che spesso si aggira tra i tavoli. In città non mancano le proposte per i vegetariani e per gli amanti della cucina mediterranea in locali eleganti come il M-Eating (vi consigliamo di prenotare) o il Vegera nella zona del porto vecchio.

A Platys Gialos, una delle località balneari più famose dell’isola di Mykonos, a dominare sono, invece, i ristoranti di pesce come il Blue Myth affacciato sulla spiaggia o lo Yialo-Yialo per cenare con vista mare e assaggiare piatti molto curati anche nella presentazione. Non mancano, naturalmente, i locali specializzati nello street food per un pranzo veloce a base di pita e gyros prima di correre in spiaggia o per concedersi uno spuntino saporito nel corso della giornata.

Mykonos è conosciuta in tutto il mondo anche per la sua vita notturna con locali aperti fino all’alba, feste in spiaggia e dj-set con ospiti internazionali. Club gay come @54 e il Babylon che si animano dopo mezzanotte, cocktail bar esclusivi o locali come lo Skandinavian bar che dal 1978 è il vero punto di ritrovo dell’isola con i suoi drink: a Mykonos non è difficile trovare il club o il locale notturno più adatto per i propri gusti (o per il proprio budget). Di certo non mancano i beach party: per quelli più conosciuti dovrete raggiungere Paradise Beach e Super Paradise Beach, le cui spiagge si animano ancora di più a partire dal tramonto.

Una vacanza a Mykonos non sarebbe tale senza una visita alle sue spiagge più belle. Dal capoluogo dell’isola partono alcuni pullman per raggiungere quelle più famose, ma il modo migliore per scoprire le spiagge di Mykonos è sicuramente quello di arrivarci in barca grazie alle escursioni che vengono organizzate dalle barche locali con partenza dal porticciolo della città.

Le spiagge nella zona nord di Mykonos sono quelle più “selvagge” perché meno prese d’assalto dal turismo di massa e, soprattutto al mattino, riescono ancora ad essere delle piccole oasi di tranquillità. A cominciare da Agios Sostis, spiaggia ideale per vedere l’alba, non lontana dall’altra nota spiaggia, quella di Panormos, che con le sue piccole dune e le acque poco profonde è adatta anche ai più piccoli. Per arrivarci, però, è necessaria un’automobile perché questa zona della costa di Mykonos non è servita dai mezzi pubblici.

Cinque km a nord del capoluogo di Mykonos troviamo la spiaggia di Houlakia che fa parte di una riserva naturale e che è una delle poche spiagge non sabbiose presenti sull’isola. Meno frequentata dai turisti anche a causa del vento che soffia forte, soprattutto nei mesi di luglio e agosto, dispone di aree attrezzate in cui noleggiare ombrelloni e lettini e di zone più incontaminate perfette per il completo relax.

Le spiagge più conosciute di Mykonos, però, sono sicuramente quelle della zona sud dell’isola. A cominciare dalla romantica Agios Ioannis che si affaccia sull’isola di Delos, ideale per ammirare il tramonto. Se amate il divertimento e la musica, la spiaggia perfetta per voi, invece, è la famosissima Paradise Beach dove troverete alcuni dei locali e delle discoteche più famosi di Mykonos. Altrettanto frequentate sono Super Paradise Beach, molto amata dai turisti gay, e Kalo Livadi, dal meraviglioso mare color turchese.

Se volete trascorrere una giornata all’insegna della cultura non perdetevi le escursioni a Delos in partenza dal porto di Mykonos. Indossate scarpe comode, meglio se chiuse, portate con voi una buona scorta d’acqua e preparatevi a visitare uno dei più importanti siti archeologici dell’Egeo. Qui potrete vedere il santuario di Apollo e tre templi in suo onore oltre al Quartiere dei Leoni con la terrazza sulla quale sono schierati i celebri animali scolpiti nel marmo estratto sull’isola di Naxos. Inoltre, in 20 minuti circa, potrete anche salire sul Monte Cinto per godere di un magnifico panorama sull’isola di Delos e su Mykonos.

Soprattutto in estate, Mykonos è raggiungibile dall’Italia con voli diretti (Alitalia, Volotea, Easyjet, Vueling, Neos), ma non mancano le possibilità con scalo ad Atene. I traghetti mettono in comunicazione l’isola con Naxos, Paros, Santorini e il resto delle Cicladi , mentre per spostarvi sull’isola potrete noleggiare uno scooter o un quad oppure scegliere di appoggiarvi alla rete di autobus locali che partono dal capoluogo verso le spiagge e le località principali di Mykonos.

Cosa vedere a Mykonos, l’isola dei mulini e del divertiment...