Cosa vedere a La Rochelle, alla scoperta della Ville Blanche

Guida di La Rochelle, soprannominata dagli abitanti La Ville Blanche, splendida città sulla costa atlantica francese, luogo perfetto per un viaggio romantico

La Rochelle è una splendida città di 70.000 abitanti sulla costa atlantica francese, nella regione della Nuova Aquitania, chiamata La Ville Blanche, la città bianca, dai suoi abitanti per via delle case che in buona parte hanno mantenuto la classica colorazione candida esterna, tipica di questa zona.

La storia della città affonda le sue origini nell’Alto Medioevo, quando gli antichi villaggi di cultura galloromanza si unirono a formare un porto per pescare e commerciare, per poi diventare un importantissimo snodo mercantile, frequentato dai Cavalieri Templari. I leggendari cavalieri del tempio di Gerusalemme per secoli utilizzarono La Rochelle come avamposto atlantico. Le tracce della presenza dei templari rimangono in alcuni nomi di strade: rue de Temple, la rue des Templiers, la cour du Temple e richiamano ogni anno molti turisti appassionati di storia templare. La storia della città si intreccia poi con quella francese, dapprima con quella dei Duchi D’Aquitania e, durante il Rinascimento, con le “guerre di religione”, poiché La Rochelle diventa un’importante piazzaforte protestante.

Questo importante passato ha lasciato profonde tracce in città e ha contribuito a rendere il suo aspetto così elegante e pittoresco al punto da diventare oggi una delle mete più ambite dal turismo culturale della costa atlantica francese. In questa guida scopriremo le mete più interessanti e le località più suggestive per un viaggio da non dimenticare a La Rochelle.

Il centro storico di La Rochelle è un meraviglioso connubio tra una città portuale e una elegante località dell’Aquitania, dove si può passeggiare tranquillamente sotto ai portici che abbracciano le vie del centro o sedersi sulle panchine del porto e perdersi ad ascoltare il rumore del mare che accarezza le chiglie delle barche.

L’attrazione più famosa e visitata di La Rochelle sono le sue maestose torri, il segno più evidente dell’importanza strategica che in passato la città aveva ricoperto e oggi simbolo stesso della città. Le torri si trovano sul lungomare cittadino ed è possibile acquistare un biglietto cumulativo per visitarle tutte e tre. La più famosa è la Torre della lanterna, caratterizzata da un elegante e slanciato stile gotico ricco di guglie e decorazioni, che è stata per molto tempo il principale faro della città per poi diventare una prigione.

La seconda è la Torre della catena, così chiamata poiché alla sua base veniva issata una immensa catena che aveva il compito di impedire alle imbarcazioni nemiche di raggiungere il porto; oggi al suo interno si trova l’interessante mostra dedicata ai cittadini francesi che si imbarcarono per l’America e il Quebec tra XVII e XVIII secolo. L’ultima grande torre è quella di San Nicola, a pianta pentagonale e finemente decorata; essa è stata adibita ad abitazione privata e, sebbene venga ancora utilizzata come residenza, è possibile visitare la sommità merlata da dove si gode di una vista meravigliosa della città e del porto vecchio.

L’altra grande attrazione di La Rochelle è, appunto, il porto vecchio, che nel corso dei secoli ha saputo mantenere il suo aspetto originario, con le banchine in pietra e gli eleganti edifici circostanti intonacati di bianco dove si aprono alcuni dei migliori ristoranti della città. Il porto vecchio è il luogo ideale dove scattare le foto più interessanti di La Rochelle, soprattutto nella zona delle torri orientate verso l’oceano che come due alti gendarmi incorniciano l’orizzonte.

Proseguendo sul porto si può raggiungere il famoso Museo marittimo di La Rochelle che sulla banchina del Bassin des Chalutiers espone alcune famose imbarcazioni francesi la prima barca da regata che circumnavigò il mondo in solitaria e alcuni imbarcazioni scientifiche) e una interessante mostra sulla storia della Rochelle marinara e del rapporto con la pesca.

A poca distanza dal porto si trova il Municipio della città, considerato da molti il più antico municipio ancora in uso di tutta la Francia, che troneggia sulla piazza de la Cailla con il suo maestoso aspetto gotico e l’elegante torre campanaria. L’edificio venne costruito nel XIV secolo e da allora, con qualsiasi forma di governo, durante l’intera storia francese, è stata la sala delle assemblee pubbliche della comunità di La Rochelle.

Nel centro storico di La Rochelle si possono visitare anche alcuni interessanti musei: il Museo di storia naturale che, sebbene le ridotte dimensioni, è un’istituzione all’avanguardia ricco di postazioni multimediali e attività didattiche sull’ambiente naturale della regione dell’Aquitania; il Museo di belle arti, che raccoglie una pregevole collezione di opere di artisti locali e alcuni disegni di Gustave Doré; ed infine il Museo del Nuovo Mondo, una particolarissima istituzione museale dedicata al rapporto tra la città e i francesi d’oltreoceano.

Per una rilassante passeggiata circondati dal verde e dalla natura si può, invece, visitare il suggestivo Parc Charruyer, una grande area di oltre 40 ettari donata al comune nel 1932 e strutturata come un elegante giardino all’inglese dove scorrono freschi corsi d’acqua e le piante sembrano formare una foresta dall’atmosfera magica.

L’ultima attrazione da non perdere in città è l’Aquarium di La Rochelle, una grande istituzione di ricerca scientifica che è anche parco zoologico dove tra 75 vasche e 8000 metri quadrati di spazio espositivo vivono più di 12.000 animali acquatici. L’acquario possiede una grande vasca per ogni ecosistema subacqueo del pianeta e organizza numerose attività didattiche rivolte soprattutto a bambini e ragazzi per la sensibilizzazione sul rispetto ambientale; inoltre è anche uno dei più importanti centri a livello europeo per lo studio il ripopolamento delle tartarughe marine.

Cosa vedere a La Rochelle, alla scoperta della Ville Blanche