Cosa vedere in Canada: documenti d’ingresso, mete e città da non perdere

Il Canada è una meta che dal punto di vista culturale e naturalistico ha molto da offrire. Andiamo a scoprire le tappe imprescindibili per vivere un viaggio indimenticabile

Il Canada è una meta spesso considerata secondaria nel continente americano, soprattutto rispetto agli Stati Uniti e alla zona caraibica. Se siete in procinto d’intraprendere un viaggio verso questo paese immenso, ecco qualche idea per non perdere i luoghi più suggestivi e simbolici. Innanzitutto, per non incappare in spiacevoli sorprese, è utile ottenere il visto chiamato eTA, anche semplicemente online, che permette di restare sul suolo canadese per un limite massimo di 6 mesi. Un altro aspetto da tenere in mente è il cambio di valuta. Infatti, qui si utilizza il dollaro canadese, che equivale a 0,6 euro.

La città simbolo del Canada è probabilmente Toronto, essendo anche il centro urbano più popoloso del Paese nonchè il suo motore economico. Si trova sulla costa Atlantica, nell’Ontario, e vanta tra i più alti tassi di multietnicità al mondo, dato che quasi il 40% degli abitanti è di origine straniera. Tra gli angoli più suggestivi e caratteristici, si consiglia di visitare Casa Loma. Si tratta di un castello in stile gotico risalente ai primi anni del Novecento che al giorno d’oggi è utilizzato come museo. Vale la pena anche solo passeggiare nei suoi cinque acri di giardino. È stato anche utilizzato come set per molti film famosi, come X-Men e Chicago. Ad ogni modo, il vero simbolo di Toronto è la CN Tower, ovvero la torre per telecomunicazioni della Canadian National che supera i 500 metri di altezza.

Dall’altra parte del Paese si trova Vancouver, affacciata sull’Oceano Pacifico. Per densità di popolazione è al quarto posto in tutto il mondo, mentre è in terza posizione per la quantità di grattacieli. Questi primati sono stati guadagnati per il grande sforzo della città nel campo della tecnologia e della scienza in generale. Ne è dimostrazione lo Science World, uno spazio futuristico gestito da un’organizzazione no-profit che presenta spesso attività di vario genere a sfondo scientifico. Allo stesso modo, il Museo di Antropologia dell’Università della Columbia Britannica permette di conservare, ammirare e studiare numerosi artefatti di ogni periodo storico, in particolare per quanto riguarda le popolazioni autoctone del Canada e dell’America Settentrionale. Per chi ama passeggiare e riposarsi nel verde, due sono i parchi da visitare assolutamente: Stanley Park e il Dr. Sun Yat-Sen. Il primo è costituito da una foresta e supera i 400 ettari di superficie; il secondo è un classico giardino cinese, il primo ad essere costruito al di fuori della Cina. Per chi invece ama l’adrenalina, allora il ponte sospeso Capilano è il posto adatto. Si trova nella parte nord della città sull’omonimo fiume e si estende per 137 metri a 79 metri di altezza. Prima di recarvi, controllate prezzi e orari che variano a seconda del periodo dell’anno.

Nel Québec, ovvero la parte francofona del Canada, la città da non perdere è certamente Montréal. Per popolazione e importanza è seconda solamente a Toronto ma in quanto a cultura e bellezza non ha nulla da invidiargli. Per entrare a contatto con la storia della città, si consiglia di passeggiare per la cosiddetta Vieux-Montréal, ovvero la parte del centro storico, risalente al Seicento. La zona più visitata è quella attorno alla Piazza Jacques Cartier dove si trovano il Municipio e il Mercato Bonsecours. Per ammirare invece la Basilica di Nostra Signora bisogna spostarsi verso ovest, nella Place des Armes. La chiesa è in stile neogotico e venne ultimata nell’Ottocento. Per quanto riguarda le zone verdi, la più impressionante è sicuramente il Monte Royal, nella parte occidentale e di origine vulcanica. Sulla sua sommità è stata installata una croce come ex-voto già a partire dal Seicento. Inoltre, è stato istituito un parco per proteggerne la natura ed è uno dei luoghi preferiti dagli abitanti per fare sport ma soprattutto per divertirsi, sia d’estate che d’inverno.

Tra gli spettacoli della natura imperdibili ci sono le Cascate del Niagara. Si trovano al confine tra il Canada e gli Stati Uniti, in particolare tra l’Ontario e lo Stato di New York. Non sono tra le più alte al mondo, ma la loro portata è sì tra le più imponenti. Detengono comunque il primato per quanto riguarda l’America Settentrionale. Altrettanto importanti sono le Montagne Rocciose che attraversano la parte superiore del continente e sono tra le più estese del pianeta. In territorio canadese, si trovano a cavallo della British Columbia e dell’Alberta. In quest’ultimo stato offrono panorami mozzafiato protetti dal Banff National Park, il primo istituito in Canada. Da visitare sono il Lago Moraine e la Valle dei Dieci Picchi. Per la sua posizione, bisogna ricordarsi che presenta un clima subartico, ma offre la possibilità di osservare il grizzly, il puma, il ghiottone, il cervo, l’alce e il bighorn. Per gli amanti della montagna e dello sci, è il luogo perfetto per mettersi alla prova.

Cosa vedere in Canada: documenti d’ingresso, mete e città da no...