Cosa vedere a Faro, lungo la romantica costa Sud del Portogallo

Cosa vedere nel centro di Faro in Portogallo, splendida capitale dell'Algarve, alla scoperta della città vecchia e delle sue attrazioni culturali.

Splendida capitale della regione storica dell’Algarve, Faro, nel Portogallo meridionale, offre tantissime attrazioni affascinanti ricche di tradizioni e cultura. Inoltre, la città vanta anche un territorio con bellissime spiagge e paesaggi naturali di grande bellezza che attraggono ogni anno migliaia di visitatori, come il Parco nazionale della Ria Formosa, oltre il quale si estendono le isole di Faro, famose per le loro spiagge incontaminate.

Per chi decide di trascorrere una vacanza a Faro in Portogallo, o visitarla anche solo per un giorno, il momento migliore è di sicuro la stagione estiva, quando la vita scorre tranquilla tra natura e divertimenti. Per raggiungere la città portoghese non ci sono voli diretti dall’Italia ma è necessario fare scalo a Lisbona o Siviglia, con aerei in partenza da Milano, Roma, Pisa e Bergamo. Una volta atterrati presso l’aeroporto internazionale di Faro, situato a circa 6 chilometri dalla città, è possibile andare in centro in taxi o con gli autobus di linea.

Considerata come città di passaggio, Faro è il centro nevralgico della regione del Portogallo chiamata Algarve e possiede il principale porto turistico del distretto; si configura dunque come punto di partenza per esplorare la magnifica costa ricca di attrazioni naturali, storiche e culturali. Capoluogo dell’Algarve sin dal 1756, nei secoli Faro è risorta più volte dalle invasioni, dagli incendi e dai terremoti; nonostante queste calamità, la città vecchia, chiamata anche Vila Adentro o Cidade Velha, delimitata dalla Ria Formosa e dalla Marina, è rimasta intatta regalando ai viaggiatori un luogo davvero affascinante che si visita facilmente a piedi.

Circondato in parte da mura antiche, vi si accede attraverso l’Arco de Vila, una delle quattro porte medioevali della città, costruito in corrispondenza dell’ingresso al castello medioevale per volere del vescovo Don Francisco Gomes do Avelar. Sulla facciata esterna si trova una nicchia con una meravigliosa statua di san Tommaso d’Aquino, patrono di Faro, che insieme al portico domina l’ingresso del centro storico.

Da qui inizia la Rua do Municipio, che conduce verso il Largo da Sé, una piazza fiancheggiata da aranci e da due eleganti edifici del Settecento: il Seminario e il Palazzo episcopale di Faro. Al centro si erge la meravigliosa cattedrale del XIII secolo, restaurata dopo il terremoto del 1755 con ricostruzioni che fondono elementi rinascimentali e barocchi. Di grande interesse è il presbiterio rivestito di azulejios, ceramiche dipinte a mano tipiche della tradizione del Portogallo.

Appena fuori le mura, oltre l’Arco do Repouso, si arriva alla chiesa di Sao Francisco, del 600 decorata con piastrelle che rappresentano la vita di san Francesco. Nelle vicinanze, anche il Palazzo Belmarco, residenza di un facoltoso commerciante, in stile art nouveau del XX secolo. Oggi ospita gli uffici amministrativi del comune. Poco più avanti si trova Sao Pedro, la chiesa parrocchiale consacrata a san Pietro, patrono dei pescatori. Anche questa venne ristrutturata dopo il terremoto del 1755 con colonne in stile italiano, mantenendo però gran parte della decorazione barocca originale.

Il centro di Faro, lungo Rua de Santo Antonio, è una zona pedonale alla moda e ricca di negozi dove comprare un delizioso souvenir tradizionale portoghese e tanti ristoranti e caffetterie davvero invitanti per sedersi ad assaporare una bevanda dissetante o degustare un piatto tipico. Tra questa zona e Largo do Carmo vi sono edifici settecenteschi come il Palacio Bivarin. Da qui una veloce camminata in collina porta all’Ermida de Santo Antonio do Alto, da dove si può godere una bella vista sulla città e sul mare.

Una delle chiese più belle di Faro è sicuramente la Igreja do Carmo, il cui ingresso include anche la visita nella raccapricciante cappella delle ossa, le cui pareti sono interamente rivestite di ossa e teschi di monaci prelevate dal vicino e antico cimitero del 1816. Da non perdere il Museo archeologico di Faro che ha sede nell’ex convento di Nossa Senhora da Assunção, in cui sono esposti vari reperti archeologici, sculture e statue romane e medievali. Il pezzo forte tuttavia è l’enorme pavimento romano raffigurante la testa di Nettuno circondato dai quattro venti, rinvenuto vicino alla stazione ferroviaria di Faro.

Un luogo di Faro che vale la pena vedere è la zona del porto. Passeggiare sul lungomare dove sono ormeggiate le barche o sostare in uno dei numerosi bar all’aperto vi regalerà sicuramente dei momenti di relax da assaporare appieno. Tra l’altro nella capitaneria del porto si trova anche il Museo marittimo, che espone una curiosa collezione di oggetti marittimi, in gran parte modelli di barche dall’età delle scoperte in poi, compreso il nau con vele quadre, prototipo del galeone. Un esempio è il Sao Gabriel di Vasco de Gama, ammiraglia del viaggio in India del 1498.

Se cercate un luogo protetto e incontaminato lo troverete presso il Parco naturale di Ria Formosa, un’oasi naturale sin dal 1987, costituito da una serie di lagune, canali di acqua salata che ospitano uccelli migratori e una fauna selvatica. Questa zona umida si raggiunge in battello, prenotando una visita alle isole di Faro. In alternativa, è possibile optare anche per una visita guidata di poche ore includendo una sosta alle due spiagge di Ilha Deserta o a Ilha da Culatra ma fate attenzione perché qui le acque sono freddissime anche d’estate.

In estate la costa dell’Algarve si anima di turisti provenienti da tutta l’Europa, che oltre a cercare spiagge e mare vengono qui per trovare un po’ di svago e divertimento. Anche Faro, come altre località di questa regione del Portogallo, propone una vivace vita notturna con i suoi numerosi locali e discoteche. Le serate a Faro iniziano nei locali intorno alla Rua do Prior o nel Conselehiro Pivar; qui nei numerosi cocktail bar e pub alla moda i giovani si incontrano per socializzare mentre sorseggiano un aperitivo. Per chi invece desidera proseguire la serata, fuori dalla città, verso Vilamoura, si trovano i grandi disco club in cui si può bere qualcosa, ascoltare musica e ballare fino a notte fonda.

Cosa vedere a Faro, lungo la romantica costa Sud del Portogallo