Cosa vedere e l’offerta culturale di Aliano, candidata a Capitale Italiana della Cultura 2018

Aliano: scopriamo insieme cosa offre questo paesino della Basilicata, situato in provincia di Matera, per la sua candidatura a Capitale Europea della Cultura nel 2018

Il caratteristico borgo di Aliano, in provincia di Matera, partecipa all’elezione della Capitale Europea della Cultura nel 2018. Ricordiamo che l’anno scorso è stato eletto proprio il capoluogo della Regione in questo ruolo, la famosa città dei Sassi. Aliano è davvero un borgo piccolissimo, di appena mille abitanti, che fu il rifugio dello scrittore Carlo Levi durante il periodo di confino. Il suo territorio è caratterizzato dai tipici Calanchi, un fenomeno geologico di erosione a cui è sottoposto il terreno. Queste deformazioni si possono ritrovare anche nel Dakota, nel Nebraska e in California.

Aliano in origine fu fondata dai Romani e fu un importante punto di scambio tra la cultura greca, etrusca ed enotria, come si evince dai resti di una necropoli risalente al VII e VI secolo a.C. I reperti rinvenuti sono in mostra al Museo della Sitiride di Policoro, a pochi chilometri dal centro di Aliano. Tra le architetture religiose che si possono visitare ad Aliano e dintorni vi ricordiamo la Chiesa di San Luigi Gonzaga, risalente al XVI secolo e al cui interno è possibile ammirare una selezione di tele bizantine del ‘500.

Il Santuario della Madonna della Stella è situato in un punto panoramico davvero spettacolare, il luogo perfetto per ammirare il paesaggio circostante. Tra i musei citiamo quello della Civiltà Contadina, ospitato all’interno di un antico frantoio, il Museo Storico Carlo Levi, dove si possono vedere fotografie e documenti pittorici dell’artista italiano insieme alla casa che fu la sua residenza, restaurata di recente. Si può così conoscere quali sono state le vicende legate allo scrittore torinese durante la sua lunga permanenza ad Aliano .

Tra i film più famosi mai girati in provincia di Matera ricordiamo “Cristo si è fermato a Eboli” con Gian Maria Volontè del 1979, e “Basilicata coast to coast” di Papaleo del 2010. Aliano, per la regione, è la candidata ideale per essere eletta Capitale Europea della Cultura anche per le numerose tradizioni che la caratterizzano. Una fra queste è il Premio Letterario nazionale Carlo Levi, in memoria del grande artista. Se vi trovate in visita ad Aliano non potrete non visitare la famosa Matera e i suoi Sassi, aspetto distintivo di questa città del Sud Italia, uno dei borghi più caratteristici della Basilicata, dove si può respirare ancora un’atmosfera carica di storia antica e tradizione.

Cosa vedere e l’offerta culturale di Aliano, candidata a Capital...