Cosa vedere a Costanza, natura e divertimento in Romania

Viaggio a Costanza, nella regione sudorientale della Romania, sulle coste del Mar Nero: spiagge, laghi, fiumi e parchi di straordinaria bellezza

La città di Costanza – adagiata sulle coste del Mar Nero, nell’omonimo distretto della Romania, non è solo conosciuta per la sua storia e per gli interessanti musei presenti sul territorio; vanta infatti la presenza di un gran numero di siti naturalistici, rigogliosi grazie alla presenza di ricchi corsi d’acqua, che ha saputo valorizzare per offrire ai suoi visitatori vacanze su misura e per ogni esigenza.

Sul Mar Nero a nordest di Costanza c’è la più antica e principale località balneare del luogo: Mamaia. Stretta tra il lago Siutghiol e il Mar Nero, Mamaia è una striscia di terra con un’ampia offerta di servizi turistici. Le prime costruzioni di questo rinomato centro balneare della Romania, sulla costa nord della città di Costanza, sono datate 1906; progettate dall’architetto Petre Antonescu, situate all’altezza del casinò, furono distrutte durante un incendio nel 1920. Nel 1935 venne eretto il primo albergo e l’afflusso di turisti incentivò negli anni seguenti l’attività alberghiera.

La spiaggia sabbiosa di Mamaia e la presenza di moderne e accessoriate strutture e di apprezzati stabilimenti termali consentono di dedicarsi al proprio benessere. Per questo oggi è una meta gettonatissima, anche solo per una passeggiata tra i locali e i negozi alla moda che la circondano. Decine di alberghi e qualche campeggio ospitano ogni estate turisti che giungono a Costanza da tutta la Romania. La vita notturna a Mamaia è animata dai numerosi locali dove è possibile ballare fino all’alba magari dopo aver cenato in uno dei numerosi ristoranti del luogo. Tra i club più famosi e più frequentati ci sono l’Ego Club, il Bellaggio Club, La Cucaracha e Le Gaga.

Una tra le attrazioni principali di Mamaia è il parco acquatico Acqua Magic progettato dall’architetto Sergei Petrov. Il parco richiama nel periodo di maggior flusso fino a 3.000 visitatori: famiglie e giovani di Costanza e turisti di passaggio in Romania che desiderano trascorrere una giornata di relax. Per ammirare i dieci chilometri di spiagge della più antica località balneare della Romania, salite sulla Telegondola che vi permetterà di vedere dall’alto la splendida Mamaia e di avere un suggestivo panorama sul Mar Nero. Ogni anno Mamaia richiama appassionati di musica e danze in occasione del Festival di musica popolare, che si tiene presso il Teatrul de Vara.

Se vi trovate nei pressi di Costanza, in Romania, e siete alla ricerca di attività a contatto con la natura, potrete organizzare un’escursione sul lago Siutghiol: un’alternativa eccellente che vi consentirà comunque di non rinunciare al divertimento. Il lago si estende per 7,5 chilometri; qui è possibile praticare diversi sport acquatici come sci d’acqua, kitesurfing, jet sky e yachting.

Una particolarità del lago Siutghiol è la piccola isoletta calcarea chiamata Isola di Ovidio che ospita la tomba del celebre poeta latino, esiliato proprio a Tomis (questo il nome dell’antica Costanza) dopo essere caduto in disgrazia presso l’imperatore. Secondo la leggenda, questa isoletta deve la sua origine ad un allagamento della zona circostante quale castigo per la malvagità degli abitanti del villaggio: la porzione di terra rimasta in superficie avrebbe garantito la salvezza delle persone nobili di cuore.

L’itinerario di visita dei dintorni di Costanza prosegue con un’escursione verso il nord-est della Romania e la località di Tulcea, con tappa finale il Delta del Danubio. Il viaggio per raggiungere questa destinazione – che dista circa 130 chilometri da Costanza – è un alternarsi di panorami a volte colorati e vivaci ad altri più austeri, dove si possono ammirare borghi fortificati, villaggi di pescatori e lussuosi edifici.

A Tulcea vi attendono moderne strutture e il Museo di storia naturale, che rappresenta una visita molto interessante da effettuare. Nel frattempo, potrete decidere se usufruire dell’albergo galleggiante per la visita del Delta del Danubio. L’albergo galleggiate attracca in particolari zone dove si può prendere parte a escursioni in barca per scoprire i luoghi più belli. Settimanalmente vengono organizzate partenze con imbarcazioni di pescatori e vengono proposti foto-safari e programmi più avventurosi dove verrà richiesto di portare solo il necessario. Per gli appassionati della pesca, sono a disposizione guide specializzate che accompagnano gli appassionati mettendo a disposizione il materiale e le esche necessarie per trascorrere 6 o 7 giorni all’insegna di questo “sport” e garantendo inoltre vitto e alloggio.

Considerato un paradiso naturale, il Delta del Danubio a nord di Costanza, è sito del Patrimonio naturale Unesco, uno dei vanti della Romania; è composto da paludi, acquitrini, lingue di sabbia che formano dune. Terre che emergono dall’acqua come quella di Letea: qui c’è un bosco considerato la foresta tropicale “più settentrionale al mondo”, circondato da canali e piccoli laghetti. Popolato da diverse specie di animali quali mammiferi, uccelli, rettili, anfibi e pesci, questa riserva della biosfera è l’habitat naturale del 98% della fauna acquatica d’Europa.

Il territorio del Delta del Danubio invece è coperto da boschi di ogni genere tra cui querce, pioppi, salici e da alberi da frutto selvatici come meli e peri. In alcuni tratti l’affiorare dall’acqua di liane e radici vi farà credere di essere in una foresta tropicale per poi ricondurvi alla più dolce vista di ninfee bianche e gialle e diversi canneti dove potrete ammirare la bellezza di cormorani, anatre, aironi e pellicani. Se siete in viaggio a Costanza o in altre zone della Romania dall’inizio della primavera e fino al termine dell’estate non perdete l’occasione di visitare questa riserva: è il periodo migliore per il birdwatching.

Cosa vedere a Costanza, natura e divertimento in Romania