Cosa vedere a Marsiglia, regina della Provenza-Alpi-Costa Azzurra

Un breve tour della Costa Azzurra con una tappa alla scoperta della meravigliosa Marsiglia

Marsiglia è la città più antica della Francia e presenta innumerevoli bellezze e attrattive che ne fanno una delle mete più ambite per un viaggio in Costa Azzurra.

Partiamo dai collegamenti. La capitale della Provenza-Alpi-Costa Azzurra dispone di un buon numero di voli diretti dalla maggior parte dei Paesi europei; una volta atterrati i collegamenti con il centro città sono assicurati da una navetta che, con una modica spesa di 8 euro, porta alla stazione della metropolitana in poco meno di 30 minuti. Da qui è possibile raggiungere praticamente ogni punto della città. La sistemazione per il pernottamento è molto semplice essendo disponibile una grande varietà di sistemazioni, alberghi e appartamenti.

Partiamo ora con le attrattive. Una tappa obbligatoria è il Vieux Port. Si tratta di un’antica insenatura che in passato accoglieva chi sbarcava, mentre ora è rifugio per yacht provenienti da ogni parte del mondo. Situato tra due forti, oggi il porto è un luogo ricco di bar, ristoranti e locali tipici, ricco di vitalità. Particolare è il mercato del pesce che si tiene quotidianamente a partire dalle 8 del mattino dove, tra persone urlanti che cercano di attirare i compratori, è possibile ammirare pesci delle specie più svariate.

Il tour può proseguire visitando Le Panier. Questo particolare quartiere è considerato la Montmartre di Marsiglia con le sue caratteristiche stradine tutte in discesa, i negozietti raffinati, ma soprattutto per la vena artistica che lo pervade. E’ forse in questo borgo che si trova l’atmosfera popolare più vera, con botteghe di ogni genere, panni stesi in strada e fascino mediterraneo puro.

Abbiamo poi la strada più importante di Marsiglia, La Canebière. Famosa per essere la linea di confine tra marsigliesi e immigrati, è qui presente una vera etnia multipla.

Dal punto di vista artistico si segnala la Vieille Major, l’antica cattedrale della città, in stile romanico provenzale conserva un bassorilievo di Luca Della Robbia.

Inoltre, da non perdere è la Vieille-Charité nella quale predominante è lo stile barocco francese. Inzialmente destinata a ospitare i vagabondi e poi divenuta caserma, è stata ristrutturata più volte ed è caratterizzata da tre ali chiuse all’esterno e aperte all’interno con gallerie sviluppate su 3 diversi livelli.

Marsiglia è stata Capitale europea della cultura nel 2013 e per l’occasione sono nati nuovi musei nel riqualificato quartiere dei docks. Quest’anno ospiterà alcuni incontri di calcio di Euro 2016.

 

Immagini: Depositphotos

Cosa vedere a Marsiglia, regina della Provenza-Alpi-Costa Azzurra