Cosa fare a Mauritius: le 10 spiagge più belle

Guida alle spiagge di Mauritius, luoghi incantevoli dove la sabbia finissima e le acque cristalline rendono il viaggio un sogno ad occhi aperti

Le isole della Repubblica di Mauritius, comprese nell’arcipelago delle Isole Mascarene, circa 500 chilometri a largo del Madagascar in pieno oceano Indiano, rappresentano una delle mete africane più apprezzate dal turismo balneare di tutto il mondo per via delle sue meravigliose spiagge, dall’acqua incredibilmente pulita e il clima gradevole tutto l’anno. Il territorio del Paese si estende sull’isola maggiore, chiamata Mauritius, sulle isole Rodrigues, e sugli arcipelaghi Agalega e Cargados Carajos (Saint Brandon).

Il clima su Mauritius è di tipo tropicale, con venti molto costanti che soffiano da sud-est: i celebri Alisei rendendo le condizioni meteorologiche perfette per i windsurfer. Le stagioni sono solamente due: un inverno, caldo e secco, che va da maggio a novembre, e un’estate calda e umida. Tra novembre e maggio le isole vengono talvolta colpite da cicloni tropicali di media intensità. Le coste della regione occidentale dell’isola maggiore (Mauritius) sono quelle più protette dai venti e meno popolata rispetto alle altre regioni, con numerose aree completamente disabitate, ma offrono allo stesso modo alcune spiagge davvero spettacolari.

Flic en Flac, la località turistica più importante di tutta la costa occidentale, dove si possono trovare i locali più alla moda, una vivace vita notturna e le strutture balneari più comode e attrezzate. Flic en Flac è la meta ideale per chi cerca un luogo dove rilassarsi e prendere il sole con tutti i comfort a pochi passi dalle meravigliose acque turchesi della baia.

Tamarin e Black River sono state in passato piccole località dove erano sorti villaggi di pescatori e attività commerciali, ma negli ultimi anni sono sorti ristoranti, hotel, e le ville di lusso che hanno trasformato il volto della zona. Nonostante questo repentino sviluppo, la baia di Tamarin Bay è rimasta intatta e il suo fascino continua ad attrarre surfer e sportivi da tutto il mondo. A poca distanza dalla baia si possono ammirare le celebri saline, dove un paesaggio lunare attende i visitatori sbarcati su Mauritius che si si avventurano per le distese bianche di sale a poche centinaia di metri dalla strada principale della costa. Per chi ama la pesca d’altura, la meta da non perdere è la baia di Black River, dove un gran numero di navi da pesca e di coraggiosi capitani che conoscono il mare alla perfezione aspettano di salpare alla ricerca dei velocissimi Marlin Blu o dei possenti tonni da pescare rigorosamente a canna.

La costa meridionale di Mauritius è una delle più densamente visitate dai turisti in cerca di luoghi suggestivi e offre ai visitatori alcune delle spiagge più belle, anche se in questa sezione dell’isola la costa è prevalentemente rocciosa.

Blue Bay è situata a poca distanza dalla città di Mahebourg e dal suo famoso porto turistico. Il nome della spiaggia deriva dalle incredibili tonalità di blu che caratterizzano l’acqua della laguna, dall’azzurro delle zone meno profondo fino all’indaco e al blu intenso del centro più profondo, il tutto a poche centinaia di metri dalla spettacolare barriera corallina. Questa spiaggia è il luogo perfetto per nuotare, rilassarsi prendendo il sole e passeggiare pigramente per tutta la lunghezza della baia sabbiosa circondata da palme. Un’altra importante attrazione di questa località è il Parco marino Blue Bay, il primo e il più grande parco marino di Mauritius, che copre una grande area di barriera corallina dove si possono effettuare immersioni per ammirare l’incredibile fauna sottomarina.

Gris Gris si trova a pochi chilometri a sud rispetto alla cittadina di Souillace e offre ai visitatori appena arrivati a Mauritius una magnifica vista dalla cima delle sue alte scogliere. In questa parte dell’isola maggiore non è presente la barriera corallina e per questo motivo le alte onde oceaniche riescono a raggiungere la riva, colpiscono direttamente le scogliere e creano grandi spruzzi d’acqua. Accanto alla spiaggia si trova un elegante giardino pubblico che offre numerosi luoghi per rilassarsi e ammirare lo spettacolo delle onde. La parte più spettacolare di Gris-Gris è, però, la “Roche Qui Pleure”, dove il continuo susseguirsi delle onde contro i fianchi della scogliera dà l’impressione che la essa stia piangendo lacrime di acqua salata.

Per vedere le spiagge più famose di Mauritius bisogna, però, viaggiare fino alla regione più settentrionale dell’isola maggiore, dove si trovano alcune delle località che sono diventate il simbolo stesso del turismo in questo paradiso terrestre. Trou aux Biches è definita da molti è la migliore spiaggia per la finissima sabbia bianca, le condizioni meteorologiche sempre favorevoli e le strutture turistiche disponibili lungo la spiaggia. La spiaggia è lunga circa 2 km, con una sabbia finissima e bianca, ed è completamente circondata e protetta dalla barriera corallina che in diversi punti arriva quasi a congiungersi con la spiaggia stessa.

La spiaggia di Trou aux Biches è ideale per prendere il sole, trascorrere una giornata con la famiglia data la presenza di acque poco profonde e molto calme, nonché praticare sport acquatici e immergersi per avvicinarsi agli abitanti della barriera corallina. Grazie alla presenza di numerosi locali e strutture turistiche è molto comodo passare l’intera giornata in spiaggia per poi cenare a pochi passi dall’acqua e ammirare il sole che al tramonto si tuffa nell’oceano che circonda Mauritius tingendo di rosso l’intero orizzonte.

La spiaggia pubblica di Mont Choisy si trova poco più a nord est rispetto spiaggia di Trou aux Biches e si presenta come una spettacolare mezzaluna di sabbia bianca e finissima abbracciata ad una meravigliosa laguna di color turchese. Questa grande spiaggia si estende infatti per più di 3 chilometri; è completamente libera e durante la settimana è possibile trovarla deserta e godersi in solitudine un vero paradiso tropicale. Nella parte centrale della spiaggia si trova la zona più tranquilla e riservata, mentre le due estremità sono state raggiunte nel corso degli anni da numerose strutture turistiche che offrono la possibilità di praticare un gran numero di sport acquatici e alcuni ristoranti che la sera permetto di cenare con la spettacolare vista sull’oceano Indiano sullo sfondo.

Tra le spiagge delle isole minori di Mauritius vanno segnalate quelle dell’isola di Rodrigues come Pointe Coton, Baladirou, Petit Gravier… meravigliose distese di sabbia bianca affacciate sulla barriera corallina. Restano escluse invece dal turismo internazionale le spiagge delle piccole isole di Agalega e di Saint Brandon, prive di strutture per l’accoglienza dei viaggiatori stranieri e comunque difficilmente raggiungibili a causa degli sporadici collegamenti.

Cosa fare a Mauritius: le 10 spiagge più belle