Lungo la Panamericana da Panama a Città del Messico

Seguendo la cartina dell’America eccoci in viaggio nella zona centrale da Panama a Città del Messico attraverso laghi, vulcani e spettacolari catene montuose.

Cartina dell’America alla mano, il viaggio lungo la leggendaria via Panamericana continua dopo aver superato le insidie del Darien per attraversare il Centro America ed arrivare fino alla metropoli di Città del Messico. Questo tratto attraversa 7 Stati per una lunghezza di quasi 4000 chilometri, addentrandosi anche nelle lussureggianti foreste tropicali per poi farvi varcare l’affascinante territorio messicano, procedendo sempre più a nord in direzione degli Stati Uniti d’America.

Nonostante la relativa sicurezza degli stati che si attraversano nel Centro America, non è superfluo ribadire che prima di mettervi in viaggio è fondamentale il contatto diretto con tutte le amministrazioni turistiche locali per poter viaggiare con la necessaria sicurezza.

Il viaggio riprende da Panama City, la capitale dello stato di Panama, imboccando la Highway 1, che attraversa il Canale tra le due Americhe appena fuori città, per poi dirigersi verso La Chorrera , dove si può fare una breve sosta per provare in prima persona l’ospitalità e la vita rilassata di questo centro poco conosciuto dal turismo di massa. La Panamericana prosegue per tutta la lunghezza di Panama seguendo a poca distanza la costa del Pacifico, dove non mancano spettacolari località balneari come Chame Bay o Las Tablas che vale la pena visitare anche a costo di una breve deviazione dal tragitto principale.

Il percorso panamense continua attraverso interessanti località dall’aspetto coloniale come Penonomé, Aguadulce e Santiago de Veraguas con le suggestive chiese dal tipico aspetto spagnolo che si stagliano ancora sugli edifici bassi del resto dell’abitato. Proseguendo ancora verso occidente si attraversa l’incredibile paesaggio della regione del Chiriquí dove ci si può fermare per una breve escursione tra la lussureggiante vegetazione del Parco Nazionale della Foresta Fortunata, una delle ultime porzioni di foresta vergine centroamericana.

La Panamericana prosegue oltre Panama attraversando il confine con il Costa Rica nella suggestiva cittadina di Paso Canoas e prendendo la Inter American Highway, chiamata anche Costa Rica Highway 2, si arriva all’interno della spettacolare catena montuosa della Cordillera de Talamanca. In questa regione si possono visitare splendide località di grande interesse naturalistico come le cascate ai piedi del Cerro Chipo e il Parco Nazionale La Amistad dove vivono le rarissime rane della pioggia Tabasara.

Il viaggio prosegue fino ad arrivare alla capitale del Costa Rica, San José, dove si possono ammirare alcuni dei musei più importanti della regione centroamericana, come il museo della giada e il museo dell’oro, e assaggiare i deliziosi prodotti locali nel grande mercato centrale, il cuore pulsante della vita cittadina. Dopo San José riprendete la vostra cartina dell’America e imboccate la Costa Rica Highway 1 che attraversa la suggestiva regione della Cordillera de Guanacaste fino al distretto di Liberia, dove potrete fare una piccola deviazione verso il parco naturale dei vulcani Tenorio e Miravalle, un vero e proprio gioiello naturalistico da non perdere.

A circa 70 chilometri dalla città di Liberia si oltrepassa il confine con il Nicaragua a Pena Blanca, imboccando la Central America Highway 1 che costeggia il magnifico lago Nicaragua, dove vale la pena fermarsi a scattare qualche foto al paesaggio in direzione del maestoso vulcano Maderas. In Nicaragua la Panamericana prosegue dritta fino alla capitale Managua, dove si può fare una breve sosta nel suo centro storico a Plaza de la Revolución, per poi entrare in Honduras presso la piccola cittadina di El Espino.

Qui, la Panamericana si immette nella Central America Highway 1, che attraversa in qualche centinaio di chilometri il piccolo stato centroamericano passando per la capitale Tegucigalpa, della quale visitare l’interessante museo dell’identità nazionale e i suggestivi parchi pubblici che popolano il centro storico.

Superato l’Honduras, la Central America Highway 1 attraversa El Salvador, il più piccolo stato della regione, e dopo soli 150 chilometri entra in Guatemala, nei pressi di San Cristobal. Il tratto guatemalteco della Panamericana si avvicina ad alcuni di centri culturali molto rilevanti come Guatemala City, la capitale dello Stato, con i musei più importanti per conoscere la civiltà maya, e gli spettacolari siti archeologici di Iximché e Zaculeu dove è possibile osservare le possenti piramidi protette dalla foresta tropicale.

La Panamericana arriva, infine, in Messico, in località Ciudad Cuauhtémoc, dove si immette nella Mexico Highway 190 entrando nello stato del Chiapas. A questo punto, le località e le mete che si possono visitare attraversando questo paese sono innumerevoli e davvero tutte meritevoli di una sosta, ma per brevità ci limitiamo a indicarvi Oaxaca, dove il meraviglioso centro storico offre una incredibile varietà di edifici tipici dell’architettura spagnola, e Puebla, città patrimonio dell’Unesco per il suggestivo centro barocco.

Infine, prima di raggiungere Città del Messico e la sua sterminata area urbana, una tappa obbligata del viaggio è la visita al quartiere di Coyoacan, dove nel 1907 nacque e visse Frida Kahlo, e dove oggi è possibile visitare la meravigliosa Casa Azul, l’abitazione dove la pittrice visse con Diego Rivera e che conserva le sue opere maggiori. Lasciata Coyoacan ci si dirige verso il centro di Città del Messico, dove la Panamericana diventa la Mexico Highway 95D e poi 85D, e finalmente si conclude la metà meridionale del viaggio, prima di iniziare la gloriosa risalita attraverso Messico e Stati Uniti seguendo ancora una volta la cartina dell’America.

Lungo la Panamericana da Panama a Città del Messico