Andar per castelli nel parmense

Dalla Fortezza di Bardi al Castello di Fontanellato nella terra dell'enogastronomia

Nelle belle giornate di sabato e domenica una gita fuori porta è quasi d’obbligo anche fuori stagione, perché non scegliere il parmense e i suoi castelli. Per chi sceglie il parmense la Fortezza di Bardi, costruita su una caparbia roccia rossa mista a pietra verde-grigia, a circa settecento metri d’altezza, è sicuramente la meta perfetta per trascorrere una giornata all’aria aperta in pieno relax , avvolti dall’aria pulita. Simbolo dell’architettura militare italiana, nei mesi di maggio e giugno il Castello sulla Roccia regala un’atmosfera da fiaba. Aperta al pubblico fino al 31 ottobre, la Roccaforte permette ai turisti di rivivere lo spaccato di un’epoca straordinaria quale fu il Medioevo camminando nei meandri del castello per oltre un’ora e mezza. Partire alla volta di Bardi equivale ad attraversare epoche lontane, toccare con mano ciò che si trova scritto nei libri illustrati, liberare i pensieri, ritemprarsi: siamo in un angolo di Appennino suggestivo che compete per bellezza con la Toscana e le Marche, e non ha nulla da invidiare a certi castelli scozzesi immersi nel verde.

Dopo aver visitato il mastio, il cortile del pozzo, la ghiacciaia sotterranea, i granai, l’antica cucina con il forno, i condotti sotterranei, lo spiazzo per l’artiglieria e scrutato l’orizzonte, percorrendo i camminamenti di ronda imparerete cos’è una feritoia sull’alto strapiombo. Capirete cos’è un battifredo e cosa sono i beccatelli. E mentre i ragazzini andranno alla conquista della Fortezza, le bambine e le signore potranno rivivere la favola dei Principi Grimaldi di Monaco: i loro antenati, nella fine del Cinquecento, vissero proprio nella Fortezza di Bardi, dove è visitabile la “Sala Grimaldi”, che prende il nome dal soffitto a padiglione dove si celebra proprio l’alleanza dinastica tra il Principato Landi e la Signoria Grimaldi di Monaco. Tra le corti verdeggianti ed assolate del castello potrete poi concedervi un pic nic all’aria aperta, una merenda sulle panche o stendervi al sole su un plaid.

Ma non è tutto. Nella stessa giornata alla visita della Fortezza di Bardi potrete abbinare la scoperta del Castello di Fontanellato, maniero in stile rinascimentale sospeso sull’acqua dell’antico fossato, le cui pareti rievocano mondi fantastici lontani nel tempo, da Camelot agli incantesimi delle fate nella notte del Solstizio d’estate. Di fronte alla Rocca, nello storico parco delle ex scuderie, potrete anche qui consumare un divertente pranzo all’aperto. Ma ricordatevi di non portare nulla perché plaid, cestini ricchi di leccornie e tovagliette verranno forniti dallo staff della dimora storica (prenotazione obbligatoria). E la seconda domenica di ogni mese, a partire dalle 15, in programma, per grandi e piccoli, una speciale visita guidata fuori porta al borgo partendo dal Santuario delle Beata Vergine del Rosario, fino al Voltone e all’antica fossa circondariale. Si percorrerà il centro storico con attenzione particolare alle architetture, agli antichi lavatoi, ai camini che connotano i tetti delle case, a chiese ed oratori, fino ad arrivare alla Rocca Sanvitale, ubicata nel cuore del borgo. E al termine della visita via con le degustazioni di Parmigiano Reggiano, vini, champagne ed altri prodotti a tema in Castello, in collaborazione con i Musei del Cibo di Parma.

Andar per castelli nel parmense