Viaggiare da single è meglio: ecco perché

Il vantaggio di viaggiare da single è quello di poter partire in vacanza autonomamente, gestendo tempi e modalità in totale libertà

Una vacanza in autonomia e libertà: è questo il primo dei vantaggi dell’essere single secondo Speed Vacanze, tour operator specializzato in offerte turistiche per single, che ha condotto una ricerca fra tutti i 2.000 iscritti al  proprio portale, scoprendo i plus di una vita “fuori” dalla coppia.

Il primo punto a favore dei single, infatti, è quello di poter partire in vacanza autonomamente, gestendo tempi e modalità in totale libertà. A seguire, secondo gli intervistati, si registra un migliore approccio alle relazioni, quindi una socialità più attiva.

“La coppia, invece, tende a trascorrere vacanze più tranquille e sicuramente meno elettrizzanti rispetto a quelle effettuate da chi viaggia da solo, o meglio ancora di quelle dei single che viaggiano in gruppo”, ha spiegato Giuseppe Gambardella, fondatore di SpeedVacanze.it e SpeedDate.it.

Altro vantaggio è poter dire sempre sì e avere grande libertà di scelta, conoscendo anche i luoghi più disparati. Ultima, ma non meno importante, è la possibilità per il viaggiatore single di godere di un maggior equilibrio psicofisico: chi è solo, infatti, ha minori possibilità di conflitto e maggiori occasioni per poter pensare a se stesso e rilassarsi.

Importanti anche il tempo libero da dedicare a familiari ed amici (85%) e sul podio anche la maggiore possibilità di leggere e di arricchirsi culturalmente (81%), seguita dalla possibilità di trasferirsi all’estero (74%) e da quella di apprendere qualcosa di nuovo (69%).

Viaggiare da single è meglio: ecco perché