Statua della Libertà: le cose più bizzarre da sapere

La Statua della Libertà di New York City è datata 1886 e fu realizzata in occasione del centesimo compleanno dell’America

La Statua della Libertà di New York City è datata 1886 e fu realizzata in occasione del centesimo compleanno dell’America. La sua costruzione iniziò in Francia nel 1876, ma nei dieci anni tra l’inizio e la fine sono accadute molte cose che non tutti conoscono. Ecco alcune curiosità su una delle statue più famose del mondo.

1. Non è stato un regalo della Francia
La Statua della Libertà è stata importata dalla Francia, ma non è stato un vero regalo da parte del governo francese. L’artista che la costruì, Frédéric Auguste Bartholdi, voleva assolutamente creare qualcosa che venisse mostrato all’America tanto da riuscire a convincere gli Stati Uniti a dargli una mano.

2. Le scarpe hanno misura 879
Il sandalo che indossa è lungo 7 metri che nella misura di scarpe americana corrisponde all’879.

3. Gli americani hanno fatto una colletta per il piedistallo
È stato uno dei primi esempi di crowdfunding. Già nel 1885, Joseph Pulitzer ebbe l’idea di raccogliere denaro attraverso il suo giornale, The New York World, chiedendo ai lettori di contribuire alla raccolta fondi per la realizzazione del piedistallo della statua. Chi versava un penny aveva il proprio nome stampato sul giornale.

4. La statua non doveva stare a New York
Sia la città di Boston sia Philadelphia cercarono di farsi dare la statua ma New York, che a quei tempi era in forte slancio economico, ebbe la meglio.

5. La statua si muove con il vento
Quando il vento soffia forte a circa 80 km orari, Lady Liberty si sposta di 7 centimetri mentre la torcia che tiene in mano si sposta addirittura di 15 cm.

Statua della Libertà: le cose più bizzarre da sapere