È a Milano il bar più piccolo del mondo

Una sola vetrina, un piccolo bancone all’interno, uno scaffale con tante mini bottiglie

Fonte: Facebook

Sui Navigli di Milano i locali non si contano più. Ma ce n’è uno che non solo è originale anche per la città della movida per eccellenza, ma che detiene anche un record a livello mondiale: è il bar più piccolo del mondo.

Il Backdoor 43 si trova in Ripa di Porta Ticinese al civico 43. Una sola vetrina, un piccolo bancone all’interno, uno scaffale con tante bottiglie, molti tipi di whisky e diversi alcolici per prepaprare i cocktail (in mini bottiglie salva-spazio) che pare siano strepitosi.

In quattro metri quadrati c’è tutto il necessario per un locale di tutto rispetto. Anche il bagno, che forse è anche più grande del bar.

Può ospitare solo tre persone contemporaneamente. E per andare a bere qualcosa bisogna prenotare, altrimenti si rischia di trovare il locale pieno. Una volta ottenuta la prenotazione, però, il locale è a vostra disposizione per due ore. Non di più. Poi tocca ad altri tre.

Il barman è anche lui un personaggio: accoglie gli ospiti indossando la maschera di “V per Vendetta”.

Chi vuole può comunque ordinare e portare via un drink, ma il servizio funziona solo durante i fine settimana. Si ordina attraverso una fessura – una sorta di ‘drinkomat’ – che nasconde il volto del barman, si paga il cocktail e si va via, senza cercare di aprire la porta che resta chiusa. Nel locale, infatti, si può entrare soltanto all’orario di prenotazione e solo dopo aver bussato e ottenuto la chiave per aprire.

È a Milano il bar più piccolo del mondo