Giordania, scoperti 2000 disegni visibili solo dal satellite

Risalirebbero a 8500 anni fa e, secondo gli esperti, risultano essere più antichi delle linee di Nazca in Perù

giordania-simboli-cielo-402Se le linee di Nazca, nel Sud del Perù, risalgono al periodo che va dal 300 a.C. e il 500 d.C., la scoperta che è stata fatta in Giordania è ancora più antica.
Dal satellite sono state scattate delle fotografie che mostrano alcuni giganteschi geroglifici. Talmente grandi che, da terra, l’occhio umano non è in grado di percepirli, ma che sono ben visibili dall’alto, a distanza di chilometri.

Scoperti durante la Prima Guerra Mondiale, solo secondo recenti studi risultano essere più antichi delle linee di Nazca.

Con l’impiego della cosiddetta luminescenza otticamente stimolata (OSL – Optically stimulated luminescence), gli archeologi hanno scoperto che una di queste ruote risale a 8500 anni fa, mentre un’altra, se pur risalente alla stessa epoca, risulta essere stata “ristrutturata” circa 5500 anni fa.

Di diverse forme e dimensioni, questi ‘segni’ si estendono dalla Siria allo Yemen e rappresentano un vero rompicapo per scienziati e archeologi.

Secondo alcuni potrebbero essere stati disposti in una forma tale da avere un preciso significato astronomico. Infatti, alcuni di questi disegni giganteschi, come quello che ricorda una ruota con i raggi, si allineano con il sorgere del Sole durante il solstizio d’inverno. Per quanto riguarda il resto delle ruote, invece, non sembrano avere nessun significato astronomico.

Secondo altri, alcune di queste ruote potrebbero essere dei luoghi di sepoltura, tanto che nei prossimi anni sono previsti degli scavi in prossimità del sito.

C’è sempre l’ipotesi, infine, che questi cerchi e disegni siano stati realizzati da creature extraterrestri. Ma la teoria degli UFO, più che storia, potrebbe essere pura fantasia.

Giordania, scoperti 2000 disegni visibili solo dal satellite