L’Australia è il Paese migliore dove trasferirsi

Ecco i 6 motivi per cui l'Australia è il Paese migliore dove trasferirsi a vivere

Per molti è giunto il momento di cambiare vita. E sono sempre più numerosi coloro che vedono nell’Australia la migliore destinazione dove rifarsi una vita. E hanno ragione. Ci sono ben sei motivi per cui l’Australia è il migliore Paese al mondo dove trasferirsi secondo uno studio condotto da Go Study Australia.

1. Non c’è crisi economica
L’Australia è uno dei pochi Paesi al mondo a non essere stato toccato dalla crisi degli ultimi anni, anzi secondo l’Economist il 2016 è stato addirittura il suo 25° anno consecutivo di crescita economica grazie a una gestione oculata delle risorse economiche e a investimenti importanti in settori primari come quelli minerario e agricolo, inclusi il turismo e l’educazione.

2. La qualità della vita è ottima
Melbourne, una delle città australiane più amate, è stata premiata per la sesta volta consecutiva dall’Economist come città in cui si vive meglio al mondo e, nella stessa top 10, rientrano anche altre città australiane come Adelaide e Perth, rispettivamente al quinto e al settimo posto, con Sydney appena fuori classifica in 11^ posizione. In Australia si può usufruire di tutti i servizi dati dal vivere in città moderne e cosmopolite senza tuttavia rinunciare a spazi verdi e alla natura incontaminata, il tutto in una quasi assenza di traffico, con servizi efficientissimi in ogni campo e con un livello di sicurezza altissimo.

3. C’è lavoro per tutti
In Australia il tasso di disoccupazione è estremamente basso (5,7%) e proprio in virtù delle buone condizioni economiche trovare lavoro qui è molto semplice. Il governo australiano stila ogni anno una lista delle occupazioni più richieste. Per chi decide di trasferirsi in Australia la parola d’ordine comunque è “flessibilità” in quanto trovare lavoro non è complicato ma almeno all’inizio bisogna essere disposti ai lavori per cui non è richiesta una particolare esperienza precedente.

4. La scuola è al top
Il settore educativo australiano rientra tra quei cinque che registrano la maggiore crescita nell’economia del Paese. Ogni anno circa 200 milioni di dollari vengono destinati dal governo a borse di studio internazionali. L’Australia è anche il terzo Paese al mondo per numero di studenti internazionali, dopo Gran Bretagna e Stati Unit. Nel 2015 è stato toccato il record con quasi mezzo milione di studenti provenienti da oltre 200 Paesi di tutto il mondo. Di questi quasi 10.000 persone sono partite dall’Italia con un visto Student, il visto che collega la propria permanenza sul territorio australiano a un percorso di studio, sia esso un semplice corso di inglese, un corso professionale o universitario. E il trend è in continua crescita: secondo i dati del rapporto Giovani italiani in Australia, dal 2011 al 2015 il numero di visti Student rilasciati a cittadini italiani è passato da poco meno di 2.000 a oltre 4.000.

5. Uno stile di vita ‘no stress’
In Australia nessuno corre alla ‘milanese imbruttito’. La giornata inizia sempre con una corsa nel parco o sulla spiaggia, prosegue con una bella colazione e solo poi si va a lavorare. Gli australiani sanno godersi il tempo libero, sanno apprezzare le loro città e sanno stare in compagnia di amici e parenti. La domenica non manca mai il barbecue nel giardino di casa insieme alla famiglia.

6. È il Paese delle meraviglie
Con i suoi oltre 7.500 km quadrati, l’Australia si estende su una superficie pari a quella dell’Europa(o quasi) e in questo enorme spazio si alternano deserti, foreste tropicali, montagne, lunghissime strisce di costa rocciosa o di sabbia finissima. Dalla Great Ocean Road a Uluru e il Red Centre, dalle Whitsundays a Fraser Island, dai Dodici Apostoli alle Blue Mountains, dalla Grande barriera corallina ai Pinnacles c’è solo l’imbarazzo della scelta.

L’Australia è il Paese migliore dove trasferirsi